Il futuro della Torino Milano

febbraio 15, 2001 in Attualità da Claris

Uno spiraglio di luce, tra le tante polemiche sull’attuale stato della tratta ferroviaria Torino – Milano, è filtrato alla presentazione della nuova sede TAV di Torino. Nell’ambito del programma di potenziamento della propria presenza locale e come segno di attenzione alle esigenze del territorio piemontese, la sede TAV servirà come punto di riferimento per la nuova linea veloce che collegherà il capoluogo piemontese a Milano, oltreché per il sempre più urgente potenziamento delle reti merci e passeggeri esistenti.

A luglio 2001 saranno inaugurati i primi cantieri, come affermato dall’amministratore delegato della TAV Antonio Savini Nicci.. La linea Torino-Milano è il primo tassello per procedere alla realizzazione della Torino-Lione, base indispensabile per lo sviluppo commerciale del Piemonte nell’immediato futuro.

Obiettivo generale è mettere in funzione la nuova linea per le olimpiadi invernali del 2006. Il lavoro sarà realizzato in due fasi: per primi saranno costruiti gli 87 chilometri tra Torino e Novara, che consentiranno il collegamento con l’aeroporto internazionale di Malpensa, poi i restanti 38.

La linea veloce Torino – Milano, lunga 125 chilometri avrà inizio a nord -est della stazione di Torino Stura, nel comune di Settimo Torinese e finirà poco prima della stazione di Milano Certosa. Per minimizzare le interferenze con il territorio, nei 41 comuni attraversati, il tracciato si sviluppa in stretto affiancamento a sud dell’autostrada A4 Torino-Milano fino al comune di Sedriano. Da qui la linea scavalca l’A4 per porsi in affiancamento a Nord per circa 3 km fino al comune di Rho. In seguito la linea devia decisamente verso nord-est distaccandosi dall’autostrada e, dopo un’ampia curva verso sud- est, si ricollega alla linea ferroviaria esistente Torino-Milano, per entrare nel nodo di Milano.

Grazie alla particolare conformazione del terreno, in gran parte pianeggiante, la linea si estenderà per 1’80% in rilevato, con alcuni limitatissimi tratti in trincea. Solo il 5% del tracciato si svilupperà in galleria mentre il 15% della linea sarà realizzata in viadotto. Grazie alla nuova linea sarà possibile raggiungere Milano da Torino in meno di un’ora, la metà rispetto all’attuale tempo di percorrenza. La linea storica, liberata dal traffico di lunga percorrenza, potrà essere dedicata ai collegamenti locali e regionali.

Tempi di percorrenza da 1h 45′ di oggi ai 50′ di domani con incremento dei treni del 93%, 50 km di barriere antirumore e 700 ettari di interventi a verde : ecco i principali numeri del progetto.

La TAV S.p.A. è la project company, costituita nel 1991, cui le Ferrovie dello Stato hanno dato in concessione la progettazione e la realizzazione delle nuove linee ferroviarie veloci. Ha il compito di organizzare e coordinare l’azione dei soggetti, imprese e consorzi coinvolti nella costruzione delle opere. È inoltre responsabile di tutte le attività di coordinamento e concertazione con gli enti locali e le istituzioni, in tutte le fasi progettuali ed esecutive, nonché garante delle politiche ambientali e della salute e sicurezza dei lavoratori nei cantieri.

Per informazioni

TAV

Stazione di Porta Nuova – Torino

via Sacchi 1 bis

primo piano

di Claris