Il Divorzio

novembre 27, 2001 in Spettacoli da Roberto Canavesi

25125(1)E’ una commedia grottesca in versi agili e sciolti, violentemente satirica, che denuncia e ridicolizza la grettezza cinica e l’ipocrisia di una nobile famiglia genovese e della sua cerchia di clienti a cavallo tra Sette e Ottocento

Nelle parole del regista Ugo Gregoretti una perfetta sintesi de Il divorzio, l’originale copione alfieriano, fresco di debutto all’ultimo Festival Asti Teatro, in scena al Teatro Erba nell’allestimento della Compagnia Torino Spettacoli, per l’occasione ribattezzata Compagnia Alfieriana

Con la vis polemica e l’irriverente spirito critico che lo hanno sempre contraddistinto, lo scrittore astigiano conduce in questo testo dalla dubbia datazione una sua personalissima crociata contro il malcostume imperante al tempo in materia di matrimoni e moralità: tutta incentrata intorno ad una benestante famiglia genovese, la vicenda punta a metterne in luce gli ambigui giochi di potere, le sfacciate e spregevoli ipocrisie che si celano dietro comportamenti solo all’apparenza normali: “il punto di arrivo dell’intreccio – continua Gregoretti – è la stesura di un contratto di nozze in ventiquattro capitoli che viene recitato come un filastrocca nella scena del matrimonio tra la giovane Lucrezia e lo stolto Stomaconi”.

Un contratto talmente assurdo ed irreale da prevedere un regolare compenso mensile per l’amante della sposa e della sua non più giovane madre Annetta. Una società, quella contemporanea all’autore, che viene scandagliata e messa con le spalle al muro: personaggi, costumi ed ambienti fatti oggetto di una denuncia esplicita e diretta da parte di un Alfieri nell’occasione più che mai fustigatore di costumi e severo giudice morale.

Il divorzio

con la Compagnia Alfieriana di Adriana Innocenti, Piero Nuti, Miriam Mesturino ed Ugo Gregoretti: scene Eugenio Guglielminetti, musiche Lucio Gregoretti.

Teatro Erba – C.so Moncalieri 241 – Torino

da martedì 27 novembre a domenica 16 dicembre

Orario: feriali 20.45, festivi 15.30

Prezzi: biglietti da 33 a 40.000 L.

Informazioni e prenotazioni: 011.661.54.47

di Roberto Canavesi