Il Delirium Dei Cirque Du Soleil

marzo 7, 2008 in Spettacoli da Gino Steiner Strippoli

foto_Cirque_du_Soleil.Tre giorni per “delirare” con Il Cirque du Soleil grazie a suoni, coreografie multimediali, costumi sgargianti , visioni oniriche e acrobazie strabilianti. Uno spettacolo pieno e ricco di energia tant’è che è intitolato “Delirium”. Al Palaolimpico di Torino, dal 15 al 17 marzo, le Circle Soleil ha già fatto tappa con il suo “Delirium” in 30 città statunitensi, coinvolgendo oltre un milione di persone, aggiudicandosi un Billboard Creative Content Award ed è approdato nella top 5 degli spettacoli che hanno ottenuto maggiore successo di vendite in Nord America.

Le tappe italiane sono state organizzate da Milano Concerti, in collaborazione, per le date di Torino, con l’agenzia Setup. (per informazioni su dove acquistare i biglietti: www.setup-live.com).

Tutto in Delirium è magico dove la musica si trasforma in movimento. Infatti i testi sono stati creati per i brani strumentali e parole vere che sono state inserite al posto di lingue inventate,dando alla musica una dimensione fresca e poetica. I testi sono in inglese, francese, spagnolo, wolof (un dialetto senegalese) e portoghese. Robbie Dillon, che ha contribuito a scrivere i testi per lo spettacolo ZUMANITY del Cirque du Soleil, ha composto i testi inglesi per DELIRIUM.

In tutto, 20 dei momenti musicali più memorabili del Cirque du Soleil – originariamente creati da René Dupéré, Benoît Jutras e Violaine Corradi – sono stati remixati dal produttore Quebec e dal compositore e arrangiatore Francio Collard, i quali hanno abilmente iniettato nuova vita in questi potenti classici. Il risultato è un ritmo urbano tribale iper-energizzante, che esplode con suoni elettronici, percussioni e ritmi world. Tra i musicisti, ci sono i fratelli percussionisti senegalesi El Hadji Fall Diouf e Pape Abdou Karim Diouf, il tastierista e direttore Ric’key Pageot, il percussionista di origini italiane Raffaele Artiglieri, e la cantante brasiliana italo-cubana Dessy Di Lauro.

Delirium è un evento unico di proporzioni mastodontiche a livello tecnico soprattutto perché si svolgerà in un palazzetto con un allestimento più adatto ad uno stadio. 300 saranno invece le proiezioni che domineranno la scena con immagini proiettate che interagiranno con il pubblico.

La direzione magistrale di Michel Lemieux e Victor Pilon, che ne sono anche i creatori, proporranno con Delirium un mix all’avanguardia di musica e magnifici acrobazie condite con gigantesche e impressionanti visioni multimedia. Guidati da ritmo urbano tribale e visioni impressionanti, i cantanti e ballerini trasportano il pubblico in un mondo di gioiosa frenesia.

di Gino Steiners Strippoli