Il Colosseo riparte con… “la meglio gioventù”

gennaio 23, 2008 in Spettacoli da Gabriella Grea

Banda OsirisAbbiamo appena applaudito Cornacchione ed i suoi attori; bravi, anzi meravigliosi, nel mettere in scena un testo gradevole, ma a tratti un po’ lento, indeciso tra il gioco degli equivoci, la commedia all’italiana e il minimalismo nevrotico-intimista francese. Fortunatamente gli scoppiettanti attori soccorrono il debole canovaccio divertendo il pubblico, che apprezza il “povero Alain –Antonio” finalmente libero dalla crisalide del “povero Silvio”.

Dopo le riflessioni sugli strampalati equilibri delle relazioni uomo-donna (donna-donna e uomo-uomo!!) godiamoci un intermezzo musicale, per risollevarci lo spirito in attesa del mostruoso Frankentein. Su il sipario dunque, entra la banda! Sette musicisti sul palcoscenico del Colosseo il 25 gennaio: i 4 storici banditi coadiuvati dai 3 giovani talent ie alle spalle l’ottavo musico “multimediale”.

Non aspettiamoci solo un concerto perché la Banda Osiris è considerata la massima espressione italiana della comicità nel teatro musicale.

Sandro Berti (mandolino, trombone), Gianluigi Carlone (voce, sax, flauto), Roberto Carlone (trombone, tastiere) e Giancarlo Macrì (percussioni, basso-tuba) sono stati invitati nei più prestigiosi festival di musica e di teatro internazionali, hanno partecipato a numerose trasmissioni televisive, ideato e realizzato programmi radiofonici, composto colonne sonore per il teatro e per il cinema (tra cui “L’imbalsamatore” e “Primo amore” di Matteo Garrone, Orso d’argento al festival di Berlino e David di Donatello nel 2004 al più recente “Anche libero va bene” di Kim Rossi Stuart, inciso alcuni album e anche pubblicato un libro “L’opera da tre Sol”.

Questo nuovo spettacolo Banda.25 è dunque un viaggio attraverso i 25 anni di storia della Banda Osiris, dal teatro di strada agli spettacoli teatrali, dalla radio alla tv, dalle colonne sonore ai libri, attraverso le tappe più significative della loro meglio gioventù creativa.

Una banda che si rispetti è itinerante e quindi vagabondiamo attraverso un’Italia fin de siècle, testimoni dei cambiamenti in atto, ma anche delle radicate immortali tradizioni italiote; la musica che agita le gambette nelle balere, il jazz fumoso che si diffonde da un cafè o le note new age che risvegliano muscoli intorpiditi sono miscelati con dissacrante rispetto e blasfemia devota per raccontare “i migliori anni della nostra vita”, sul filo di una memoria che non porta con sé solo nostalgia, ma divertimento e molta comicità.

ElioTacciono i banditi. Gli strumenti atterriti vibrano per il peso dell’incedere mostruoso. Ai musicisti si è sostituito Frankestein- Elio. Il 30 gennaio 2008 ELIO E’..FRANKENSTEIN un concerto mostruoso, «Da divertirsi, è garantito, ce n’è per tutti: per il pubblico e per me. Canto, recito poesie, fischio, suono un po’ di strumenti strani come il kazoo, la melodica, il fischietto a coulisse»: il piffero con la cintura che si stringe in vita? Da vedere, of course!

Elio offre al pubblico torinese l’opera neogotica Frankestein!! Pan-demonium per chansonnier ed ensemble di Heinz Carl Gruber, scritta dal compositore e direttore d’orchestra austriaco tra il 1976 e il 1977, alla quale seguirà un divertente omaggio a Kurt Weill e Bertol Brecht, con una scelta di Songs da L’Opera da tre Soldi e Happy End, oltre ad una selezione di alcuni grandi successi di Elio e le Storie Tese. Ad accompagnare Elio sarà il Nextime Ensemble diretto da Danilo Grassi.

Il Nextime Ensemble è una formazione strumentale variabile nell’organico in relazione alle musiche da eseguire, nasce nel 1998 per iniziativa di Danilo Grassi ed è ospite, in residenza, presso la Fondazione Teatro Due di Parma. Obiettivo dell’Ensemble è proporre musiche che vadano oltre l’abituale spazio del teatro classico, superando le barriere dei convenzionali concerti.

Danilo Grassi è titolare della Cattedra di Strumenti a percussione presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma e docente principale dei Corsi di alto perfezionamento per percussionisti, patrocinati dalla Comunità Europea, collaborando altresì alla preparazione e alla realizzazione di prime esecuzioni di Luciano Berio, Chick Corea, Adriano Guarnieri, Giacomo Manzoni, Steve Reich, Max Roach, Giacinto Scelsi, Iannis Xenakis, in sedi quali l’Opéra Bastille di Parigi, la Marking Concert Hall di New York, il Gulbenkian Centre di Lisbona, il Teatro alla Scala di Milano e l’Opera di Roma.

Se Il “mostro” nella musica è rimasto l’unico spazio di libertà“, come sostiene Elio in un’intervista rilasciata a Radio3, accoriamo numerosi a difendere lo spazio vitale di questa mostruosa, ma indifesa creatura fantastica.

25 gennaio 2008

BANDA OSIRIS

ore 21

30 gennaio 2008

ELIO E’..FRANKENSTEIN

un concerto mostruoso

ore 21

Biglietteria – via Madama Cristina 71, aperta da lunedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 Il Teatro Colosseo è punto vendita Ticket One

Maggiori info e possibilità di prenotazione on line su www.teatrocolosseo.it o allo 011 6505195

di Gabriella Grea