Il Cinema delle Donne

marzo 1, 2002 in Spettacoli da Redazione

25512(1)Si apre questa sera alle 20 e 30 al Cinema Valentino di Corso Massimo D’Azeglio 17 il nono Festival del Cinema delle Donne. La rassegna apre con “A Woman’s a helluva thing” di Karen Leigh Hopkins, pellicola statunitense in anteprima nazionale, una gustosissima commedia statunitense che ha come protagoniste Penelope Ann Miller e Ann Margret. Il film fa parte della dozzina di pellicole che concorreranno per il premio più importante del Festival, quello per il miglior lungometraggio.

“Herencia” dell’argentina Paula Hernandez, “Creme, glace, chocolat et autres consolations” e “Suddenly naked” delle registe canadesi Julie Hivon e Anne Wheeler, “Change moi ma vie” di Liria Bzjzja, “Yurisai” della giapponese Sachi Hamano, “Risotto” della greca Olga Male e “Glass tears” della cinese Lai Miu-Suet sono fra i titoli più interessanti nella categoria dei lunghi. In concorso anche 22 cortometraggi e 16 documentari.

Due le sezioni collaterali. “Le pioniere italiane della macchina da presa” renderà omaggio alle registe del cinema muto, mentre “Donne con e senza velo” offrirà uno sguardo sulla cinematografia “al femminile” del Medio Oriente e dell’Africa del Nord.

Concorso internazionale lungometraggi

  • La donna è una cosa davvero incredibile (A woman’s a helluva thing)

    Karen Leigh Hopkins, Stati Uniti, 2000, 94’43”, col., 35mm v.o.

  • Cambiami la vita (Change moi ma vie)

    Liria Bégéja, Francia, 2001, 97′, col., 35mm v.o.

  • Gelato, cioccolato e altre consolazioni (Creme glacee, chocolat et autres consolations)

    Julie Hivon, Canada, 2001, 97′, col., 35mm v.o. in francese con sottotitoli in inglese

  • Amicizia (De vriendschap)

    Nouchka van Brakel, Olanda 2001, 116′, col., 35mm v.o. con sottotitoli in inglese

  • Lacrime di vetro (Glass tears)

    Carol Lai Miu-suet, Cina 2001, 92′, col., 35mm v.o. con sottotitoli in inglese

  • Eredità (Herencia)

    Paula Hernández, Argentina, 2001, 92′, col., 35mm v.o. con sottotitoli in inglese

  • Di padre in figlio (Like father)

    Amber Production Team, Gran Bretagna, 2001, 94′, col., 35mm v.o.

  • Il mio primo uomo (My first mister)

    Christine Lahti, Stati Uniti, 2000, 98′, col., 35 mm v.o.

  • Risotto

    Olga Malea, Grecia, 2000, 97′, col., 35 mm v.o. con sottotitoli in inglese

  • Nuda… con me stessa (Suddenly naked)

    Anne Wheeler, Canada, 2001, 104′, col., 35mm v.o.

  • Fuoco e fiamme (Wie feuer und flamme)

    Connie Walther, Germania, 2001, 94′, col., 35 mm v.o. con sottotitoli in inglese

  • Lo sbocciare dei gigli (Yurisai)

    Sachi Hamano, Giappone, 2001, 100′, col., 35 mm v.o. con sottotitoli in inglese

    di Davide Mazzocco