I maestri del ‘900 a Limone Piemonte

settembre 1, 2003 in Arte da Claris

35370

Arte e montagna, un binomio più volte esplorato per quanto riguarda la creazione di opere legate alla montagna, meno per quanto riguarda le potenzialità di proporre mostre d’arte raffinate (e non solo specchietti per le allodole) in località di villeggiatura rinomate. Un’inversione di tendenza si ha con la Galleria Arteincornice di Limone Piemonte, uno dei posti di montagna interessanti a 360° (d’inverno con le sue piste innevate, come d’estate con le sue pianure e la possibilità di passeggiate tra prati fioriti). Ed Arteincornice propone in questo mese di villeggiatura la mostra “Maestri del ‘900 e contemporanei”.

In questa rassegna è possibile ammirare una vasta scelta di opere altamente qualificate. Carla Accardi espone una magnifica tempera su cartone del 1960, dal titolo “Composizione” che ci riporta ad atmosfere passate, a sfumature piene di sentimento più che di atti fini a se stessi.

Troviamo poi Ruggeri con una splendida opera del 1970 e con diverse altre degli anni 2000 che mostrano tutte le caratteristiche salienti di chi di arte vive da decenni e viene, forse, ancora poco apprezzato.

Non mancano poi il maestro Pistoletto con un autoritratto su specchio, molto introspettivo e lungimirante, né Aldo Mondino, presente con oli su linoleum e una bellissima “Torre Eiffel” del 1978, che ci fa sognare a Parigi della belle epoque.

35371(1)Tutto qui? Certo che no, perché gli artisti in mostra sono oltre 40, da Alinari che ci fa tornare piccoli con il suo mondo fiabesco e colorato ad Antonio Carena con una grande opera informale del 1957… Da Giacone a Lessio, da Dorazio a Fissore con opere sul mare e golf, per esplorare un campo, lo sport, che nell’arte viene denigrato o messo in contesti di alta retorica più che esaltato per il giusto contributo alla formazione dell’armonia dello spirito e del corpo.

Per un Kostabi ancora non troppo popolare, ci sono poi le opere dei grandi maestri Paulucci e Nespolo. Il primo presenta diversi acrilici su legno, tra cui segnaliamo come imperdibile per il maestro contemporaneo del colore e della vivacità, l’opera “Al museo” del 1975. Di Paulucci, invece, si possono ammirare varie opere ad olio e tempere degli anni ‘50 e ’60.

Michele Cascella è presente con una grande “Marina” del 1952, Lucio Del Pezzo con una tecnica mista su legno intitolata “Pavimento” del 2000, Migneco con un olio, “Barche”, del 1960.

CI sono poi le installazioni, da quelle di Marco Lodola, in plexiglass (e come non citare “anime in plexiglass” di Ligabue, che col suo ritmo e le sue sonorità bene accompagnerebbe la visione di questa opera) a quelle di Griffa e Ceccobelli in legno. Possenti ci intrattiene invece con le sue meravigliose favole di grande fantasia e gusto surreale (un po’ un “Deserto dei Tartari” dell’arte), Salvo ci fa rilassare con i suoi paesaggi soavi, Tadini, Gagliolo ed infine Arman ci incantano con ceramiche pregiate. E poi ancora giovani artisti, come Cecchini, Davoli, Giovannini, Perroni… ma tocca a voi scoprirli…

Maestri del ‘900 e contemporanei

Sede: Galleria Arteincornice – via Roma, 7 – Limone Piemonte (Cn)

Periodo: 2 agosto – 7 settembre 2003

Orario: 9.30 – 13; 15.30 – 19.30; 21 – 23, tutti i giorni compresi festivi

Informazioni: tel. 335.805.77.88 – [email protected]

  • In mostra ci sono oltre 100 opere selezionate dei seguenti artisti: Accardi, Arman, Artias, Alinari, Boetti, Borghese, Bueno, Carena, Cascella, Cassinari, Cecchini, Ceccobelli, Chia, Del Pezzo, Dorazio, Dova, Gagliolo, Gerico, Giovannini, Griffa, Kostabi, Lodola, Luzzati, Mainolfi, Mastroianni, Migneco, Mondino, Morlotti, Mosti, Nespolo, Paulucci, Pistoletto, Possenti, Rotella, Ruggeri, Salvo, Scanavino, Schifano, Tabusso, Tadini, Tamburi, Treccani

    di Claris