I Berliner al Lingotto

novembre 13, 2006 in Spettacoli da Stefano Mola

L’EVENTO

Berliner PhilarmonikerGià il solo nome sembra evoca prestigio, rigore, grande musica: Berliner Philharmoniker. Non capita tutti i giorni di poterli ascoltare. Sono stati al Lingotto più di quattro anno, durante la tournée che fecero con Claudio Abbado, per il suo commiato alla direzione dell’orchestra.

Si presentano a Torino, nuovamente grazie a Lingotto Musica, sotto la bacchetta di Sir Simon Rattle, loro attuale direttore. Due gli appuntamenti da non perdere per gli appassionati della grande musica classica.

Il primo è dedicato a un compositore le cui note hanno risuonato spesso nelle varie sale della nostra città quest’anno, per due buone ragioni. La prima, è che la sua musica è molto bella, un’oscillazione continua tra gli abissi del dolore, il grottesco del café chantant, il ritmo travolgente, e la malinconia. La seconda, è che ricorre il centenario della sua nascita.

Ormai tutti avranno capito che stiamo parlando di Dimitri Šostakovič. I Berliner eseguiranno al Lingotto la prima e l’ultima delle sue composizioni sinfoniche. L’evento inserito nella stagione I Concerti del Lingotto, avrà luogo Venerdì 17 Novembre, con inizio alle 20:30. Come già detto, il programma prevede la Sinfonia n. 1 op. 10 e la Sinfonia n. 15 op. 141.

Secondo appuntamento per il giorno successivo, Sabato 18 Novembre, sempre con inizio alle 20:30. In questo caso il programma ci porta nel pieno del romanticismo tedesco. Dapprima, con la Sinfonia in re minore n. 4 op. 120 di Robert Schumann. Poi con il monumentale Ein deutsches Requiem op. 45 di Johannes Brahms.

Vogliamo anche ricordare una piccola chicca, una specie di aperitivo al doppio appuntamento appena descritto. Giovedì 16 Novembre, nella Sala 500, sempre al Lingotto e ancora alle 20:30, suoneranno per voi i 12 violoncellisti dei Berliner, in un concerto organizzato dalla De Sono Associazione per la Musica in collaborazione con il Festival di Pasqua di Salisburgo (quest’ultimo concerto è gratuito previa prenotazione al numero 011 664 56 45).

DUE PAROLE SUI BERLINER

Fondata nel 1882, diretta da bacchette mitiche quali quella di Hans von Bülow (dal 1887) Wilhelm Furtwängler, Sergiu Celibidache e soprattutto, Herbert von Karajan, cui viene tuttora automatico accostare il nome della compagine berlinese. Non va peraltro dimenticato il lavoro di Claudio Abbado, che è stato direttore principale dall’ottobre 1989 al 2002, affiancando programmi tradizionali a cicli tematici che comprendevano sia brani contemporanei sia brani classici. Ora è la volta di Sir Simon Rattle, uno dei migliori direttori della nuova generazione. Il corpo orchestrale al momento conta 129 unità a tempo pieno.

GLI ALTRI INTERPRETI

Nello Ein deutsches Requiem i Berliner saranno affiancati dai Wiener Singverein, da circa un secolo e mezzo uno dei maggiori cori da concerto sulla scena musicale internazionale. Una curiosità: fu proprio questa istituzione a eseguire per la prima volta in pubblico i primi tre movimenti della composizione di Brahms in programma al Lingotto. Le due voci soliste sono il soprano Susan Gritton, vincitrice nel 1994 del Kathleen Ferrier Memorial Prize (altra curiosità: prima di dedicarsi tempo pieno al canto, ha insegnato botanica alle Università di Oxford e di Londra) e il basso baritono Thomas Quasthoff, che collabora regolarmente con i Berliner, nel 1996 vincitore dello Šostakovič di Mosca e dell premio dell’Hamada Trust/ Scotsman Festival del Festival Internazionale di Edimburgo.

INFORMAZIONI E BIGLIETTI

Biglietteria:

Via Nizza 280/41 Torino – tel. 011 6313721

Aperta dal 10 al 18 novembre 2006 dalle 14.30 alle 19 (domenica chiuso).

Posti numerati da euro35 a euro 95. Ingressi non numerati un’ora prima del concerto, solo se disponibili, € 25.

di Stefano Mola