Hockey Prato: piemontesi tutti a segno

aprile 3, 2001 in Sport da Redazione

Hockey Prato Femminile: Cus, vittoria dopo un mese

Il quinto turno della Serie A femminile costringe la Lorenzoni Bra di Gigi Esposito ad accantonare, per lo meno per il momento, i sogni di mantenere lo scudetto cucito sulle maglie. Le cuneesi, infatti, hanno dovuto accontentarsi di un punto sul campo del Mori Trento, che si conferma formazione ostica ed in grado di proporsi come outsider del torneo. In vantaggio con la bomber Monica Celli, la Lorenzoni non ha saputo trovare il colpo del ko, sciupando un numero notevole di occasioni da gol. Quindi è arrivata la beffa, con la rete delle trentine in mischia, nella ripresa, che ha fissato il definitivo 1-1. Domenica prossima la formazione di Bra deve già giocarsi il tutto per tutto nel confronto diretto di Roma contro il San Saba capolista, prima della pausa prevista per il 15 Aprile. Soltanto un successo potrebbe riconsegnare alla Lorenzoni le chances scudetto.

Nel match casalingo con la Martesana, invece, il Cus Torino di Simone Levizzari, dopo un mese di digiuno, ha ritrovato la via del successo, conquistando tre punti preziosi per risalire la china e confermando l’imbattibilità casalinga (i 7 punti in classifica sono arrivati tutti in via Panetti). Le biancoblù torinesi hanno però dovuto fare i conti con la determinazione delle lombarde, desiderose di riscattare il 5-0 patito a Bra e di allontanarsi dai bassifondi. E’ stata infatti la Martesana a passare in vantaggio per prima, al 6’, al termine di una ficcante azione sulla sinistra, che ha sorpreso la retroguardia locale. La reazione torinese è stata comunque pronta ed è stata finalizzata già al 10’ dalla giovane Stefania Cafasso, brava a inserirsi sulla sinistra e a battere l’estremo difensore ospite con un tunnel. Prima dell’intervallo (23’) è arrivato il gol-partita per il Cus Torino, messo a segno dalla bomber polacca Agata Wybieralska su corto. Nella ripresa, quindi, la Pregliasco ha sfiorato il terzo gol che avrebbe chiuso definitivamente i conti, cogliendo un palo clamoroso a portiere ormai battuto.

Domenica prossima le ragazze di Levizzari hanno un nuovo impegno casalingo contro il Cus Catania: è il momento giusto per riproporsi nell’alta classifica.

Hockey Prato Maschile

Serie A1: Bodino firmato Caselli

Il Bodino ritorna finalmente al Tazzoli (dopo oltre cinque mesi di ritardo nella consegna dei lavori) e ritrova la via del gol: 5-2 nel match-salvezza contro il Naxos Catania fanalino di coda. Gli orange di Alfredo Russo hanno così compiuto anche un passo decisivo verso la salvezza: quando mancano sei giornate alla fine, infatti, i punti di vantaggio sui siciliani salgono a 7, anche a causa della penalizzazione di due punti inflitta al Naxos in settimana per aver mandato in campo un giocatore non in regola con il tesseramento (anche se il caso-Lazio dell’anno scorso sconsiglia di considerare definitiva la punizione).

Tornando al match del Tazzoli, il Bodino ha saputo chiudere l’incontro già nella prima frazione, portandosi sul 3-0 grazie al polacco Jahkubiak e ad una doppietta di Caselli. Nella ripresa i siciliani hanno tentato di rientrare nel match, risalendo fino al 3-2, ma ancora lo scatenato Caselli ha chiuso i giochi. Quindi il bomber Loukaszewsky ha fissato il definitivo 5-2. Sabato prossimo trasferta proibitiva a Roma, contro l’Eur sempre più lanciato all’inseguimento delle capolista Roma e Amsicora Cagliari. All’andata, comunque, era finita 0-0.

Serie A2: Cus-Bra derby per l’A1

La seconda giornata di ritorno consegna alla storia di questo campionato un appassionante derby piemontese per la promozione nella massima serie. Il Cus Torino di Mishlevic, infatti, ha regolato 3-2 in casa il Mori Trento ed ha allungato al comando della classifica proprio grazie al successo, 2-1, del Bra contro il Pontevecchio Bologna nel match-clou di giornata.

Ora i cuneesi di Nania sono ad un solo punto dagli emiliani e dal secondo posto, che vuol dire promozione, mentre il Cus Torino è lontano appena quattro lunghezze. Al Panetti, i torinesi, al di là di quanto il risultato possa far pensare, hanno chiuso i giochi già nella prima frazione grazie alle reti di Ribetto (abile a sfruttare una disattenzione difensiva al 20’) e Degano (su corto al 25’). Al 20’ della ripresa è quindi arrivato il colpo del definitivo ko, messo a segno da Lorenzo Picco su rigore. L’ultimo quarto d’ora ha quindi visto il Cus concedere qualcosa in più ai trentini, che hanno trovato due volte la via della rete (una con un gran tiro al volo e l’altra su corto), ma non sono riusciti a rientrare nel match.

A Bra, invece, ha fatto tutto Paolo Lanzano: il talentuoso giocatore cuneese ha infatti portato in vantaggio i suoi finalizzando una rapida manovra offensiva a metà primo tempo. Quindi, prima dell’intervallo, ha deviato involontariamente nella propria rete un corto del Pontevecchio. Infine, nei minuti conclusivi, ha regalato i tre punti al Bra grazie ad un’altra precisa conclusione che ha fissato il definitivo 2-1.

Sabato prossimo la partitissima Pontevecchio-Cus Torino; il Bra di scena a Villafranca Veneta può compiere il balzo decisivo in zona promozione.

SERIE A1 MASCHILE

RISULTATI (2a RITORNO)

Roma – Bologna 2-0

Cernusco – Ferrini Cagliari 5-2

Amsicora Ca – Eur 0-0

Bodino Torino – Naxos Catania 5-2

Suelli Cagliari – Lazio 2-3

CLASSIFICA

Amsicora, Roma 27

Eur 22

Lazio 17

Suelli 16

Bodino, Boglogna, Cernusco 11

Ferrini 7

Naxos 4

PROSSIMO TURNO (7 aprile)

Lazio – Roma

Naxos – Cernusco

Ferrini – Amsicora

Eur – Bodino

Bologna – Suelli

SERIE A2 MASCHILE

RISULTATI (2a RITORNO)

Catania – Bondeno 1-5

Cagliari – Moncalvese 6-0

Bra – Pontevecchio 2-1

Padova – Villafranca 2-3

Cus Torino – Mori 3-2

CLASSIFICA

Cus Torino 26

Pontevecchio Bo 23

Bra 22

Padova 18

Mori Trento 17

Catania 13

Calieri e Villafranca 12

Bondeno 6

Moncalvese 3

PROSSIMO TURNO (7 Aprile)

Moncalvese – Catania

Bondeno – Cagliari

Villafranca – Bra

Mori – Padova

Pontevecchio – Cus Torino

di Luigi Schiffo