Hockey Prato

giugno 22, 2001 in Sport da Redazione

Le tre squadre piemontesi hanno scelto tre modi diversi di vivere l’ultima giornata della Serie A, a giochi ormai fatti, e di darsi appuntamento alla prossima stagione, tutte in A1. Un risultato senza dubbio importante per il movimento della nostra regione, che renderà anche, cosa non secondaria, decisamente meno costosa la partecipazione al prossimo massimo campionato.

Serie A1

Cernusco-Bodino Torino 7-3

Il Bodino Torino, matematicamente salvo in A1, ha giocato senza particolari cautele sul terreno del Cernusco, finendo battuto 7-3 in una gara in cui nessuno si è annoiato. Le reti torinesi hanno portato la firma di Garbarino, Bernardi e Caselli. Nonostante il ko milanese, i ragazzi di Serra chiudono con due punti di vantaggio sul Ferrini penultimo (e retrocesso), che ha pareggiato in casa con il Cus Bologna. Non c’è stato dunque bisogno di far ricorso al vantaggio negli scontri diretti. La stagione non è però finita per tutti: c’è infatti sul tavolo del giudice sportivo la vicenda degli stranieri di Eur Roma e Suelli Cagliari, che avrebbero giocato nella pausa invernale anche nei campionati dei rispettivi Paesi. Se fino ad oggi nulla è stato deciso è comunque difficile che qualcosa si muova a bocce ferme. In casa Piemonte, si può anche celebrare la grande stagione del braidese Lanzano, che, con la maglia dell’Eur, ha realizzato 20 reti, secondo cannoniere del torneo.

Serie A2

Bondeno-Cus Torino 1-2

Onorare l’impegno sia per rispetto della delicata situazione nella lotta salvezza in cui il Bondeno era coinvolto, sia per la possibilità di vincere la serie A2: questo era l’ordine del “colonnello” Andrej Mishlevic per i suoi ragazzi. E la squadra ha risposto secondo le attese: un gol per tempo, di Powar Singh e di capitan Degano su corto hanno consegnato il successo ai biancoblù, rendendo vano il gol dei padroni di casa a 10’ dalla fine. E così il Bondeno retrocede in B e il Cus Torino vince il campionato in extremis, ai danni del Bra di Massimo Nania.

Cus Cagliari-Bra 1-0

La formazione universitaria sarda ha conquistato la salvezza proprio grazie ai due successi negli ultimi tre turni sulle piemontesi: dopo il Cus Torino, anche il Bra ha dovuto arrendersi sul campo cagliaritano. E così i ragazzi di Nania, cui sarebbe bastato un pari per vincere il torneo, si trovano a chiudere al secondo posto questa comunque splendida stagione. La gara è stata equilibrata e i piemontesi non hanno saputo concretizzare quanto di buono costruito.

di Luigi Schiffo