Hockey: Cus Torino K.O.

febbraio 16, 2001 in Sport da Redazione

Si è conclusa senza il botto la stagione della Serie A femminile per le ragazze del Cus Torino Omicron, allenate da Simone Levizzari. Le biancoblù, infatti, giunte in testa alla classifica all’ultima giornata della stagione, hanno rimediato a Bra un doppio ko che le ha costrette a dire addio a quello che sarebbe stato uno storico tricolore: 4-2 contro le padrone di casa della Lorenzoni, 3-2 contro le dirette concorrenti per lo scudetto del S.Saba Roma.

Ed il tricolore ha preso la strada della capitale. “Siamo amareggiati per lo scudetto sfumato -ha dichiarato il tecnico del Cus Torino Simone Levizzari- ma siamo anche soddisfatti per gli evidenti progressi messi in mostra dalla squadra, che finalmente ha dimostrato di essere diventata un gruppo”. Presente in tribuna a Bra anche il Ct della Nazionale, Roberto Picco, che ha commentato: “La Roma si è dimostrata più abituata ai grandi match, scendendo in campo più tranquilla e sicura. Il Cus Torino, invece, ha fatto troppo affidamento sulla polacca Agata Wybieralska, che non è riuscita ad essere decisiva come negli altri turni”.

L’altra faccia del movimento piemontese, quella della Lorenzoni Bra, invece, può festeggiare un doppio successo (4-3 contro il Cus Brescia, oltre alla vittoria nel derby) che vale il terzo posto finale. Con la soddisfazione aggiunta di essere stata l’unica formazione imbattuta contro la Roma (doppio pareggio per 3-3) quest’anno.

Passando alla cronaca dei due match-clou della giornata, la Lorenzoni ha regolato il Cus Torino nel derby con due fiammate, una per tempo: due gol in un minuto (tra 19′ e 20′), realizzati da Celli e Romanenko, hanno consentito alle cuneesi di ribaltare l’iniziale gol di Monteleone nel primo tempo. Quindi in avvio di ripresa, altri due gol nello spazio di 60″ (tra 3′ e 4′) hanno chiuso i giochi, con Scardamaglia e Tosco a segno. 4-2 conclusivo firmato da Sara Spata al 9′ della ripresa.

Contro la Roma, invece, il Cus Torino ha pagato a caro prezzo un primo tempo in ombra: 3-0 per le capitoline all’intervallo, grazie alle reti delle nazionali Cotelli, Giulianelli e Faustini. Nella ripresa, reazione rabbiosa delle torinesi, a segno con la Monteleone al 10′ e con la Wybieralska al 15′. Ma la rimonta si è fermata al 3-2.

Conclusa la stagione indoor, a fine mese parte la Serie A di hockey su prato: la Lorenzoni Bra parte con lo scudetto cucito sulle magliette e, con ogni probabilità, dovrà guardarsi ancora una volta dalla Roma. Per quanto riguarda il Cus Torino, l’obiettivo è di rivestire un ruolo di outsider, insieme al Mori Trento.

di Luigi Schiffo