Goleada bianconera sul Crotone

febbraio 17, 2007 in Sport da Giovanni Rolle

TORINO – Vittoria in goleada della Juventus contro il Crotone. Ai calabresi non è bastato l’avvicendamento in panchina, con Carboni al posto di Gustinetti, per evitare la sconfitta di larga misura contro la capolista.

L’inizio è un autentico assedio dei bianconeri alla porta di Soviero. I pericoli principali vengono da Trezeguet, che per tre volte si porta vicino al gol, impegnando il portiere del Crotone in una difficile parata. Il Creatone riesce a spezzare la pressione dei padroni di casa soltanto passato il quarto d’ora, con una pericolosa incursione di Zamboni che sfiora il palo alla destra di Buffon. La formazione di Deschamps non si scompone e al 17’ passa in vantaggio. A segnare e Nedved, che scocca un tiro teso dal limite dell’area che si insacca alle spalle di Soviero, il quale viene probabilmente spiazzato dalla deviazione di Fusco.

I calabresi provano a reagire allo svantaggio rendendosi a loro volta pericolosi con una girata di Dionigi dalla lunetta dell’angolo, con palla che termina poco distante dalla porta difesa da Buffon. Al 23’ è il turno di Del Piero impegnare Soviero con una potente conclusione da fuori area. Bella, nell’occasione la risposta del portiere dei calabresi, che pochi istanti dopo viene però sorpreso su un tiro-cross di Balzaretti, con il quale il biondo laterale torinese sancisce il raddoppio dei bianconeri.

Gli uomini di Deschamps non si accontentano del doppio vantaggio e continuano a macinare gioco. Al 29’ Nedved serve con un cross pennellato dalla fascia sinistra Trezeguet, che, dall’altra parte, si coordina per una pregevole conclusione acrobatica al volo che strappa gli applausi del pubblico juventino pur non ottenendo risultati concreti sul punteggio. Poco dopo la mezz’ora gli applausi sono questa volta per Del Piero, che va vicino al tris con un bel colpo di testa. Verso la fine del primo tempo Paro entra al posto di Zanetti, che deve abbandonare anzitempo il campo, toccato duro da un avversario. Prima del termine della prima frazione c’è però ancora tempo per la terza marcatura della Juve, che viene messa a segno da Alessandro Del Piero, che si smarca al limite dell’area e piazza il rasoterra del 3-0.

La ripresa incomincia con i giocatori del Crotone in avanti nel difficile tentativo di rimettere in carreggiata una gara ormai virtualmente compromessa. Ma gli sforzi dei rossoblu si infrangono di fronte all’opposizione di Buffon, che strappa gli applausi dello stadio Olimpico negando il gol a Dionigi. Sull’altro fronte tocca a Soviero sventare su Camoranesi, giunto al tiro al termine di un’azione manovrata dalla squadra di Deschamps. La Juve non è sazia dei tre gol realizzati nel primo tempo e spinge alla ricerca della quarta rete. A siglare il poker è Del Piero, che costruisce e finalizza l’azione del raddoppio personale e raccoglie la meritata ovazione del pubblico juventino. Poco prima era stato Trezeguet a sciupare una buona occasione a pochi passi da Soviero. Attorno alla mezz’ora Del Piero si produce in un altro slalom irresistibile fra le maglie dei difensori rossoblu ma questa volta la sua conclusione non trova il bersaglio.

Il capitano bianconero non sbaglia però al 34’ quando viene a trovarsi nuovamente davanti a Soviero ed è tripletta per il beniamino dei sostenitori bianconeri, che completa il poverissimo della Vecchia Signora.

  • JUVENTUS-CROTONE 5-0

    RETI: 17′ p.t. Nedved, 23′ p.t. Balzaretti, 44′ p.t. Del Piero, 20′ s.t. Del Piero, 34′ s.t. Del Piero

    JUVENTUS: Buffon; Birindelli, Zebina (dal 37′ s.t. Boumsong), Chiellini, Balzaretti; Camoranesi (dal 22′ s.t. Marchionni), Zanetti (dal 40′ p.t. Paro), Giannichedda, Nedved; Del Piero, Trezeguet.

    In panchina: Mirante, Piccolo, Zalayeta, Bojinov.

    All. Deschamps.

    CROTONE: Soviero; Maietta, Fusco, Zamboni, Morabito; Espinal (dal 1′ s.t. Cariello), Tisci, Piocelle (dal 16′ Veron), Sedivec; Giampaolo (dal 33′ s.t. Lopez), Dionigi.

    In panchina: Pagotto, Bonomi, Borghetti, Palmieri.

    All. Carboni.

    ARBITRO: Damato di Barletta

    di Giovanni Rolle