Giorgio di Rienzo ed una Torino noir

settembre 24, 2006 in Attualità da Cinzia Modena

Giorgio di RienzoIl 25 settembre nello spazio di Atrium,Torino, Giorgio di Rienzo presenterà il suo libro: Lettere d’amore di un giudice corrotto. Un noir ambientato nella città della Mole. L’autore ha preso spunto da un fatto reale di cronaca, che tenne viva l’attenzione delle Gazzette torinesi alla fine dell’Ottocento. De Rienzo ha ricreato gli ambienti dell’epoca, con i meccanismi perversi della spregiudicata finanza italiana e il chiacchiericcio dei cronisti mondani e giudiziari. In parallelo ha sviluppato un giallo dal finale sorprendente e amaro.

  • La conferenza

    Sarà il giornalista della Rai Orlando Perera ad introdurre l’autore. Si parlerà dei temi del romanzo e di altri percorsi narrativi ispirati alla cronaca cittadina, spesso in chiave noir.

  • Il libro e l'”Antefatto”

    Le case conservano nel tempo una traccia dei propri abitanti e delle loro storie. Durante il restauro di un alloggio signorile nel centro di Torino saltano fuori due ritratti, un diario e un mazzetto di lettere datate 1889: raccontano di un amore clandestino e di un omicidio.

    «Il materiale – scrive Giorgio De Rienzo – era dunque già pronto per un romanzo. Bastava dargli una struttura». Alternando a estratti da giornali d’epoca le lettere e il diario, si disegnano così i contorni di una intrigante e ambigua vicenda.

  • La storia

    Ginevra è la giovane moglie del cavalier Bodo, facoltoso finanziere già avanti con gli anni. Nei ritrovi mondani ha un contegno impeccabile; ma nello spazio segreto delle mura domestiche, il marito l’ha corrotta fino a farne la prima attrice in un torbido ménage. Il cavaliere subisce un crack improvviso. I creditori bussano alla sua porta, ma la signora, ben addestrata, sa tenerli a bada. Il più insistente di loro viene ucciso da un colpo di pugnale il giorno di Pasqua. Al processo, Ginevra sarà l’unica imputata. Ma è lei davvero l’assassina?

  • L’autore

    Giorgio De Rienzo è nato e vive a Torino, dove ha insegnato Letteratura italiana contemporanea all’Università. Collabora al Corriere della Sera. Studioso dell’Otto e Novecento ha pubblicato numerosi saggi su Manzoni, Carducci e Fogazzaro, sugli scrittori toscani e piemontesi dell’Ottocento, su Panzini e Gozzano. Ha esordito come romanziere nel 1991 con Caccia al ladro in casa Savoia. Con Marsilio ha pubblicato Il dolore di amare (2001) e L’indagine (2004).

  • Ricapitolando

    25 settembre 2006

    Scrivere Torino.

    Giorgio De Rienzo: Lettere d’amore di un giudice corrotto

    Presentazione libro

    ORE 18

    Atrium, piazza Solferino, Torino

    Il libro

    Titolo: Lettere d’amore di un giudice corrotto

    Autore: De Rienzo Giorgio

    Editore: Marsilio

    Collana: Romanzi e racconti

    Pagine: 235

    Prezzo: 16 euro

    di Cinzia Modena