Gigi d’Alessio al Palastampa

gennaio 21, 2003 in Spettacoli da Marinella Fugazza

33292

UNO COME TE” è il nuovo Tour di Gigi D’Alessio, partito l’11 gennaio da Palermo, che il 23 gennaio approderà al Palastampa di Torino. La scelta di questo titolo, oltrechè essere lo stesso che dà il nome al suo ultimo album (uscito il 23 settembre dell’anno appena trascorso), è basata sulla stessa ed intrinseca personalità del cantante napoletano. Chiunque lo avvicini o lo conosca rimane stupito dalla sua modestia e dalla sua umiltà.

Lui stesso, nel suo sito ufficiale, dice: “Non sono un divo. Essere divi per me vuol dire non avere la capacità di essere se stessi. Io rimango attaccato alla mia vera identità più che posso. Sarà scontato, banale, ma per me l’unica categoria che potrebbe vantare il titolo di divo è quella dei medici e dei ricercatori, di chi ti salva la vita insomma.” Inoltre la forza di D’Alessio (per tutti, in famiglia, Gino, tanto da lasciarlo sempre stupito quando viene chiamato Gigi) risiede nei testi, nelle sue storie così vicine alle gioie e ai dolori degli amori adolescenziali, così vere da farlo sentire al suo pubblico “uno di noi.“ ”In questi anni mi sono reso conto – puntualizza D’Alessio – che il mio successo, la mia popolarità, è frutto di un grande meccanismo di “passaparola”, di un tam tam che arriva sempre più lontano e sempre più in alto, e che parte spontaneamente dalla comunicazione tra la gente, dalla voglia di dire ad un altro “ho visto il concerto di Gigi D’Alessio, la prossima volta devi venire pure tu”, e poi ad un altro, ad un altro e così via. Quindi c’è sempre gente nuova ai miei concerti, tutte persone che ti vedono per la prima volta o quasi e che vogliono approfondire la conoscenza attraverso il repertorio.”.

33291(1)Quasi certamente lo spettacolo proporrà brani tratti dall’ultimo album e brani che ormai appartengono alla storia musicale di questo autore che, a differenza di molti suoi colleghi, la musica la conosce profondamente e professionalmente essendo diplomato in pianoforte al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. Cient’anne è la canzone eseguita in duetto con il re della sceneggiata napoletana, Mario Merola, il quale lanciò un giovanissimo Gigi che divenne anche il pianista del suo gruppo. Annarè è un brano contenuto in Passo dopo passo (pubblicato nel 1994 da Ricordi): da esso fu tratto un film che conquistò le pagine della stampa nazionale perché nelle sale napoletane battè al botteghino il rivale dell’epoca Titanic. Non dirgli mai porta al trionfo nazionale D’Alessio grazie alla sua partecipazione, con questo testo, nel 2000, al Festival di Sanremo; l’esperienza viene ripetuta nel 2001 con Tu che ne sai confermando il vasto successo dell’anno prima.

Il nuovo album (composto avvalendosi del contributo di musicisti di prima grandezza: Tullio De Piscopo, Michael Thompson, Rosario Jermano, Pino Palladino ed altri validissimi collaboratori) contiene 14 canzoni; il singolo si intitola Miele e gli altri brani sono nel suo stile, melodici e leggeri. In questo ultimo lavoro è anche compreso Un nuovo bacio: canzone in cui Gigi duetta con la giovane Anna Tatangelo (trionfatrice di Sanremo Giovani 2002 col brano Doppiamente fragili). I due hanno cantato dal vivo durante l’ultimo concerto in Vaticano al cospetto del Papa e la cantante potrebbe essere presente in alcune tappe del tour. Alternanza fra dolci ballate e ritmi latini, fra pezzi melodici e ballabili, è il segno distintivo che contraddistingue la musica ed il ritmo dell’ultima voce della Napoli romantica.

di Marinella Fugazza