Fotografie dalla Mostra del Cinema di Venezia 2008: gli uomini

aprile 19, 2009 in Fotografia da Pierluigi Capra

Il profumo del divo durante una rassegna, cinematografica in questo caso, ha sempre qualcosa di accativante. Fa emergere il lato curioso di noi tutti. E’ l’inarrivabile, è la speranza, è il sogno, è l’ammirazione, è la moda, è l’ultimo grido. E’.

Punto e a capo. Dopo aver assaporato l’incanto femminile…

Vien naturale indagare la stella che splende dentro sguardi maschili. Una luce fatta di fascino della ruga, di anticonformismo o di semplicità che predilige i fatti all’apparenza dell’apparire. Forse. Una vitalità di chi non si dà per sconfitto con la forza di rimettersi in causa nonostante un passato da combattere. L’energia di chi non demorde e la forza che uno sguardo che vede oltre i consueti confini porta dentro di sè.

… catturati dagli obiettivi di Pierluigi Capra e Corrado Corradi

Brad Pitt


Brad_Pitt
Wim_Wenders
Wim_Wenders



Adriano_Celentano
Adriano_Celentano
Alessandro Gassman
Alessandro Gassman



Ermanno Olmi
Ermanno_Olmi
Mickey_Rourke
Mickey_Rourke

  • Il film d’apertura della 65° Mostra internazionale del Cinema di Venezia 2008 è stato A prova di spia per la regia dei Fratelli Coen ed a presentarlo c’era il super-divo Brad Pitt.

    Si tratta di una commedia dark sulla Cia dove i protagonisti (Brad Pitt e Gorge Clooney) fanno la parte degli idioti. Un duo di bellocci con molti muscoli e poco cervello.

  • Presidente della Giuria dei film in concorso era il famoso regista, sceneggiatore e produttore cinematografico tedesco Wim Wenders.

    La Giuria si è presentata in passerella il primo giorno della Mostra e poi non si è più vista per tutto il tempo. Ha visionato i film a volte in privato altre volte in sala. Ha emesso il verdetto finale e fatto la premiazione la sera di sabato 6 settembre, l’ultimo giorno della Mostra.

  • Ermanno Olmi ha ricevuto a Venezia il Leone d’Oro alla carriera. Il popolare regista lombardo ha lasciato un segno profondissimo nell’invenzione del cinema moderno.

    Per Olmi non è una novità ricevere ambiti premi a Venezia. Nel 1987 aveva già vinto un Leone d’Argento con Lunga vita alla signora, seguito l’anno successivo da un Leone d’Oro per il film La leggenda del Santo Bevitore.

  • (foto Alessandro Gassman)Il film di Pappi Corsicato Il seme della discordia affronta con delicata ironia e apparente leggerezza i gravi temi dell’aborto e della sterilità. Splendidi protagonisti del film sono Caterina Murino, nella parte della moglie di Gassman una bella e verace proprietaria di un negozio di abbigliamento, Alessandro Gassman, nel ruolo del marito sterile che scopre di avere la moglie incinta e Martina Stella. Tutti e tre presenti a Venezia.

  • Alla Mostra del Cinema Adriano Cementano è andato per due motivi: il primo per consegnare il Leone d’oro alla carriera all’amico Ermanno Olmi. Il secondo per presentare la proiezione dell’edizione restaurata di Yuppi Du, il film che nel 1975 lo vide esordire, con successo, alla regia.

    (foto di Adriano Celentano)

  • La storia di The Wrestler, ha un sapore autobiografico per il protagonista Mickey Rourke. Racconta di un campione di Wrestling che a fine carriera cerca l’ultimo riscatto tornando sul ring anche a rischio della vita.

    Rourke icona sexy con Kim Basinger in Nove settimane e mezzo, ha ricevuto a Venezia un’ovazione degna dei grandi di Hollywood e il suo film The Wrestler ha vinto il Leone d’oro della 65a Mostra.

    di Cinzia Modena; Pierluigi Capra