Festival della Versiliana, la XXVII edizione

luglio 29, 2006 in Medley da Redazione

Dalla prosa alla danza moderna, dal musical alla danza classica, concerti, incontri, mostre d’arte… la Versilia si anima come tradizione! E per San Lornzo, Romeo e Giulietta.

VecchioniLa ventisettesima edizione del Festival della Versiliana presenta un programma ricco di interessanti appuntamenti proprio in quella cornice che, in un passato glorioso, fu culla del teatro: nella villa circondata dal parco, oggi cornice ideale del Teatro della Versiliana, Gabriele D’Annunzio soggiornò e scrisse per Eleonora Duse la “Francesca da Rimini”.

Le serate del Festival sono improntate al carattere più vario, spaziando dalla prosa alla danza moderna, dal musical alla danza classica, passando per i tradizionali concerti, gli incontri al Caffè, ogni sera, alle ore diciotto, mostre d’arte, e la sezione dedicata ai piccoli.

Il cartellone del teatro di Marina di Pietrasanta propone sette appuntamenti con cinque prime nazionali: il “Decamerone”, commedia in musica tratta dall’opera di Giovanni Boccaccia, con Beppe Barra, con la partecipazione straordinaria di André de la Roche, per la regia di Renato Giordano (il 15 e 16 luglio); “La suocera”, lavoro teatrale del latino Terenzio, con Nino Castelnuovo e Lorenza Guerrieri, con la partecipazione di Barbara Chiappino, per la regia di Silvio Giordani (il 22 e 23 luglio).

Il 26 luglio debutterà la commedia musicale di Tiraboschi e Nichetti “Tootsie il gioco dell’ambiguità”, con Marco Columbro, Chiara Noschese e Enzo Garinei, per la regia di Maurizio Nichetti (altre due repliche il 12 e 13 agosto). Il 27, 28 e 29 luglio andrà in scena “La Tempesta”, dramma shakespeariano con Virginio Uzzolo, Benedica Boccoli e fausto Costantini, con musiche eseguite dal vivo di Fulvio Maras, per la regia di Walter Manfrè. Infine ultima pièce teatrale in programma ma non meno importante, il 1° e 2 agosto, la commedia di Carmine Amoroso “Parenti Serpenti, con Mirando martino, Marionetta Bideri e con Gian nel ruolo di Nonno Saverio, per la regia di Attilio Corsini, che ne ha curato anche l’adattamento teatrale.

Le operette in programma sono due: “Il paese dei campanelli”, il 10 agosto e “La vedova allegra”, il 16 agosto, presentati dalla Compagnia diretta da Corrado Abbati.

Ben dieci sono gli appuntamenti della sezione danza. “Cenerentola” viene presentato dall’Ente Nazionale del Balletto-Balletto di Roma con Monica Perego e le coreografie di Fabrizio Monteverde, il 18 luglio. Una prima nazionale sarà quella di “Zorro”, ovvero “Una leggenda danzata”, uno spettacolo articolato in due atti: “Labyrinth” e “Love passeges”, il primo su musiche di Kim Helweg, il secondo su musiche di Rachmaninof. A presentare Zorro è l’Associazione New Dance Drama, le coreografie sono di Adria Ferrali e vi sarà la partecipazione dei campioni mondiali di twirling, il 20 luglio. Il Balletto del Sud presenterà il 24 luglio “La bella addormentata”, con l partecipazione di Linsday Kemp e le coreografie di Fredy Franzutti.

La compagnia di Antonio Marquez presenterà tre spettacoli: “Despues de Carmen”, “Danzas de la vida breve” e “Bolero” (30 luglio). I Momix e Moses Pendleton presentano dal 4 al 6 agosto lo spettacolo “Sun flower Moon”. Il 7 luglio è in programma uno spettacolo di danze nazionali e suite coreografiche della Mongolia dal titolo “La stirpe di Gengis Khan”, presentata dal Balletto Nazionale di Mongolia, mentre il 9 agosto sarà la volta del tango, con la Tango Metropolis Company, nello spettacolo intitolato “Tango: el espiritu de Argentina”.

L’11 agosto andrà in scena il balletto “Romero e Giulietta”, con la Bashkirian Opera Ballett.

Il 14 e 15 agosto è in programma uno spettacolo effervescente con cinque ragazze dal titolo “Winx Power Show”, con le coreografie di Savatteri e Palmisano, per la regia di Salvatore Vibinetto.

Infine Raffaele Paganini proporrà il celeberrimo “Coppella”, per le coreografie di Luigi Martelletta il 20 agosto.

Molto corposa e varia anche la sezione dei recital, che propone, come gli anni passati, nomi piuttosto noti del panorama musicale e teatrale italiano: l’8 agosto Roberto Vecchioni con “Luci a San Siro… di questa sera”, il 17 agosto Enrico Brignano nella serata intitolata “A briglia sciolta”, il 18 agosto un concerto di Gino Paoli, il 19 agosto lo spettacolo di Platinette, il 21 agosto il concerto delle Voci Sole, il 22 agosto il concerto dei Dik Dik, il 25 agosto quello di Sergio Cammariere, il 26 agosto il recital di Enrico Montesano e il 27 agosto quello di Amalia Gre’. Il programma dei concerti è completato dalla serata spettacolo dal titolo “Tv Vs cinema” con Paolo Ruffini, con musiche eseguite dal vivo da un’orchestra di sei elementi.

Ma la Versiliana non è solo questo, è anche mostre d’arte e, come ogni anno, offre ai suoi ospiti i tradizionali incontri al caffè. Mercoledì 12 luglio si parla di “Verità e misteri di casa Savoia” con il giornalista e storico Arrigo Petacco e lo scrittore Alfredo Lucifero; giovedì 13 luglio tema dell’incontro sarà “Il genere in generale: i reality”; venerdì 14 luglio Giulio Andreotti, Anna La Rosa e Curzio Maltese discuteranno sul tema “Quale Italia?”. “La forza delle parole” sarà il tema dell’incontro al caffè di sabato 15 luglio, cui parteciperanno il finalista del Premio Bancarella Pietrangelo Buttafuoco e Alain Elkann. I limiti della scienza e della fede verranno dibattuti, domenica 16 luglio, dal fondatore della comunità Exodus, don Antonio Mazzi, e dal biologo Edoardo Boncinelli.

di Mara Martellotta