Feste con le Sorelle Suburbe

dicembre 22, 2002 in Spettacoli da Claris

32978Cinema o teatro sono i must delle sere di festa e d’obbligo è rilassarsi con spettacoli divertenti e allegri. Se troviamo Aldo, Giovanni e Giacomo sul grande schermo, le Sorelle Suburbe ci aspettano sul palcoscenico consueto del Teatro Juvarra.

Tiziana Catalano e Luisella Tamietto tornano a trastullare il pubblico torinese con le loro gag irresistibili, accompagnano lo spettatore in un percorso del ridere entusiasmante ed interattivo, creano un salotto comico unico, dove temi trattati e personaggi sfiorati sono quelli di tutti i giorni dell’uomo qualunque. Dal 6 gennaio, le battute sono desinate a percorrere rapide la città attraverso il passaparola coi compagni di scuola o le risatine tra le colleghe d’ufficio.

Sì, perché per chi non le ha mai viste e vuole conoscerle, per chi le ha già viste e vuole ripassare, per chi sa tutto a memoria e vuole esercitarla, le Sorelle Suburbe tornano in queste feste con il loro successo comico ‘Il peggio del meglio’, uno spettacolo che dietro le quinte vede mentori Agostino Porchietto per i costumi, Enrico Ceva per i consigli d’autore e Sergio Rissone per il disegno e le luci.

Ma sapete che, opportunamente tradotto in francese, questo spettacolo delle Sorelle Suburbe è stato presentato a luglio 2002 nell’ambito del Festival di Avignone (uno dei più importanti del mondo n.d.r.) e che questa apparizione internazionale ha loro fruttato una tournée francese che le vedrà a Bordeaux tutto il mese di febbraio,e poi ad Aix-en-Provence e a Nice a ottobre e novembre 2003? E le sorprese per il frizzante duetto non sono finite, infatti la loro pièce ‘Il peggio del meglio’ è stata inserita nel palinsesto della TV Svizzera in un ciclo di trasmissioni dedicate al teatro comico e, dulcis in fundo (ma solo per ora…!), ha divertito il pubblico tedesco, rumeno, danese, grazie a un lunga e felice tournée europea. Addirittura una versione piemontese è stata distribuita dal Teatro Stabile di Torino nell’ambito del Progetto sul Teatro in Lingua.

Longevo e fortunato, Il peggio del meglio, consta di quadri indipendenti, che lo rendono modulare a seconda della cronaca, dei feedback del pubblico di una certa città, delle coincidenze più svariate. Comunque, ogni affresco di questo capolavoro è aperto a nuove sollecitazioni ed è un inconfondibile trait d’union tra l’atmosfera surreale e stralunata, complice una magistrale mimica facciale delle due, e la comicità più sanguigna (e, sono due ragazzE,mica due maschietti…!).

E citiamone alcuni, tra questi dissacranti personaggi inventati dalle Sorelle Suburbe: ritroveremo l’insegnante d’inglese alla Monty Pynthon, le ballerine di danza classica, due bimbe dispettose e le due zitelle savoiarde Censa e Palma, Barbie e Ken e le mitiche spogliarelliste ispirate al film Nove settimane e mezzo. Come dicevamo, le Sorelle Suburbe derivano dalla scuola francese un modo di recitare che unisce il movimento alla parola, con testi originali elaborati dalle stesse attrici-autrici. Sono state definite dalla critica ‘eminenti emblemi dell’imperfezione’, si muovono nel gioco trasformistico con la leggerezza di due funambole, costruendo così il loro stile bislacco e surreale. La ricerca di un genere comico originale si evidenzia in modo particolare ne Il Peggio del Meglio, ideato, scritto e interpretato dalla Sorelle Suburbe.

Le Sorelle Suburbe si sono diplomate a Parigi alla scuola di Teatro Comico di Philippe Gaulier; nel 1987 Tiziana Catalano e Luisella Tamietto hanno fondato il gruppo di Teatro Comico Le Sorelle Suburbe e hanno debuttato con una serie di pezzi brevi che sono diventati il loro primo spettacolo, Le Suburbe crescono e diventano uomini. In seguito hanno allestito Il ritorno delle Suburbe ovvero l’evoluzione della specie, Torna a casa, Ulisse! 7bscritto e interpretato con Bruno Gambarotta. Le Suburbe hanno partecipato a Zelig (Italia 1), condotto da Claudio Bisio; al cinema hanno lavorato con Gianni Amelio (Così ridevano 1998), Enzo Monteleone (Ormai è fatta , 1998), Lucio Pellegrini (Tandem ), Guido Chiesa (Il Partigiano Johnny, 1999), Piero Chiambretti (Ogni lasciato è perso, 2000), Luciana Littizzetto (Ravanello pallido, 2000), Daniele Cini (Last food, 2002).

Le Sorelle Suburbe ne “Il peggio del meglio”

Periodo: dal 19 dicembre 2002 al 6 gennaio 2003 (riposo il 24 dicembre, 1° e 2 gennaio)

Luogo: Teatro Juvarra – via Juvarra, 15 – Torino

Orario: inizio spettacoli ore 20.45, eccetto il 26 dicembre ed il 6 gennaio ore 16.30

Ingresso: 12 Euro (ridotto 10 €); spettacolo in abbonamento A.G.I.S Metti una sera a teatro

Informazioni: tel. 011.540.675 (dal lunedì al sabato ore 16 – 19)

  • Il 31 dicembre inizio ore 20.30 e posto unico a 30 Euro con brindisi insieme alle Sorelle Suburbe; biglietto a 45 Euro per chi, dopo lo spettacolo, dalle ore 23, vuole proseguire la festa al Café Procope con Capodanno per tutti i colori – Rompi con il grigio – Inizia ballando tra i colori e i suoni delle diverse culture Benefit Pro Africa, a cura dell’Associazione Ritmi Africani Onlus

    di Claris