Fenomeno Spinicchia

giugno 13, 2005 in Sport da Redazione

Fenomeno Spinicchia A Jesolo è secondo nel singolare Assoluto, oro nel singolare e argento nel doppio di Seconda Categoria. Il Tennis Tavolo Torino conquista un oro, tre argenti e un bronzo.

Simone Spinicchia, alfiere del Tennis Tavolo Torino, è stato uno dei protagonisti dei Campionati Italiani che si sono svolti a Jesolo (Venezia) e nei quali il club subalpino ha conquistato un primo, tre secondi e un terzo posto.

Il 21enne di Tradate ha messo in carniere un oro e due argenti. Ha compiuto il suo capolavoro raggiungendo la finale del torneo di singolare Assoluto. Negli ottavi ha sconfitto per 4-2 Chen Yu Wei (Sterilgarda Castel Goffredo), uno dei grandi favoriti nella corsa al tricolore. Nei quarti ha regolato per 4-1 Mattia Crotti (Marcozzi Cagliari) e in semifinale per 4-2 Fabio Andreoli (TT Camuno). In finale si è trovato di fronte il mostro sacro Massimiliano Mondello, appena confermatosi con il Pieve Emanuele campione nazionale a squadre e già vincitore otto volte in singolare. Il confronto, trasmesso in diretta da RaiSportsat, è terminato sul 4-0 per Mondello ed è stato equilibrato soprattutto nel primo set in cui il varesino è rimasto a contatto fino all’8-9, prima di perdere per 8-11. Nei successivi tre parziali ha sofferto in apertura le verve offensiva del più forte avversario e non è mai riuscito a ricucire il gap. «Il secondo posto – ha spiegato il giovane campione a fine match – è stato un risultato insperato. Dopo il successo nel singolare di seconda categoria ho affrontato quest’altro impegno con tranquillità, pensando a un incontro alla volta. Ho dato il massimo e sono molto soddisfatto».

Complimenti sono arrivati anche dal vincitore Mondello: «Spinny ha disputato un grande campionato e ha battuto atleti di valore come Chen Yu Wei e Andreoli. Il suo argento è meritatissimo. Per quanto mi riguarda ho battuto il record di otto titoli, che condividevo con Costantini, e il prossimo anno non mi iscriverò più al singolare. Lo faccio per lo sport e per i giovani che avanzano». E i giovani, Spinicchia compreso, ringraziano. Il pongista del TT Torino si è aggiudicato il torneo di Seconda Categoria. Negli ottavi di finale ha sconfitto Davide Meazza (Libertas Verres) per 3-0, nei quarti Igor Milic (TT Camuno) per 3-0 e in semifinale Daniele Sabatino (Polisportiva Neran Saint Vincent) per 3-1. Nell’atto conclusivo ha trovato il grande avversario della stagione, Niagol Stoyanov (TT ’91 Este), che aveva gia battuto a Novara. L’italo bulgaro si è portato al comando per 11-7, 12-10, ma Simone non si è perso d’animo. Ha gradualmente rimontato e con i parziali di 11-8, 11-8, 11-6 ha fatto suo l’incontro e la medaglia d’oro. Nel doppio di seconda categoria Spinicchia e Romualdo Manna hanno ceduto in finale a Stoyanov e Sabatino per 3-2, dopo essere stati in vantaggio per 2-1.

Nel doppio misto Assoluto Umberto Giardina, in coppia con Rosi Sulfaro (TT Riposto), ha vinto l’argento, cedendo in finale ad Andreoli-Ding Yan (2-3, dopo aver avuto due match-point sul 10-8 del quinto set), dopo aver sconfitto in semifinale Stoyanov-Cavalli per 3-1. Nel misto di Seconda Categoria Manna e Manuela Daniele (Pont Donnaz) hanno concluso al terzo posto (ko in semifinale contro Puglisi-Milic). Passando in rassegna gli altri risultati ottenuti a Jesolo dalla società del presidente Renato di Napoli, nel singolare Assoluto Manna (che ha comunque battuto Tomasi per 4-2) e Umberto Giardina sono usciti nei quarti e negli ottavi, entrambi contro Mihai Bobocica. Nel doppio Giardina e Spinicchia hanno perso nei quarti da Crotti e Lucesoli. Nel singolare di Seconda Categoria Manna si è fermato nei quarti al cospetto di Sabatino e “il Conte” Guido Aliberti ha raggiunto gli ottavi (stoppato da Luca Ricci). Nel doppio di Terza Categoria Fabio Franco ed Emmanuele Visconti sono stati estromessi negli ottavi da Mura-Redini. Nel singolare di Quarta Categoria Domenico Colucci è approdato agli ottavi, dove ha ceduto a Giampiero Francia.

di redazione