Eurojazz Festival di Ivrea 2003

marzo 17, 2003 in Spettacoli da Redazione

34131

“In un pezzo jazz spesso la canzone è solo un punto di partenza o un riferimento che serve ai musicisti per improvvisare.” Alle azzeccate parole di Scott Alexander ci permettiamo di aggiungere che ai musicisti serve anche il jazz corner da cui far esplodere le improvvisazioni e i virtuosismi tipici di questa straordinaria musica e Ivrea lo sarà anche quest’anno con l’Euro Jazz Festival giunto al 23emo appuntamento.

Tra i grandi talenti c’è molta Italia a dimostrazione del fatto che la tradizione jazzistica italiana sta crescendo tanto da contaminare di collaborazioni le jam session d’oltreoceano. La direzione artistica è di Sergio Ramella, l’organizzazione se la spartiscono Aics ControMusica, Provincia di Torino con i comuni di Ivrea, Avigliana, Pinerolo e Settimo Torinese e grazie patrocinio della Regione Piemonte. L’Eurojazz comincia il 18 marzo al Teatro Garybaldi si Settimo Torinese e dare il la ci penseranno il P.A.F. Trio formato da Paolo Fresu alla tromba, Antonello Salis al piano e da Furio Di Castri al contrabbasso. Il giorno dopo la scia del jazz si sposta ad Avigliana presso il cinema Corso dove sarà la volta del Vincenzo Zitello Trio. Giovedì 20 marzo al Circolo Sociale di Pinerolo toccherà al gruppo Alfredo Ponissi iMode in concerto.

Venerdì 21 marzo il Festival festeggia i suoi 23 anni e i velluti rossi dello splendido Teatro Giacosa ospiteranno il quintetto di Piero Odorici, artista di primissimo piano della scena jazz italiana e il quartetto dell’intramontabile Gary Bartz, sassofonista mito del periodo d’oro del jazz americano.

Sabato 22 marzo, serata finale. Charlie Mariano Trio e quel geniaccio di Vinicio Capossela che renderà omaggio al grande pianista jazz Tony Castellano.

L’Eurojazz Festival non brilla solo grazie agli sfavillanti ottoni infatti è prevista la mostra fotografica di Maurizio Gijvovich con le immagini in bianco e nero degli artisti che si sono esibiti nelle ultime quattro edizioni dell’EuroJazzFestival Ivrea (dal 17 al 23 marzo all’Hopstore Ivrea Jazz Club). La cultura jazz poi continuerà a distribuire stille di prestigio con il seminario di batteria che Daniel Humair terrà domenica 23 marzo, ore 11, all’Hopstore Ivrea Jazz Club sotto la direzione del Music Studio (il costo è di 20 €, info 0125/40450). Domenica 23 infine alle 18 è prevista la presentazione del libro “I Mestieri del Jazz” con l’autore Guido Michelone mentre alle 22 inizia il concerto dell’ENTEN ELLER Special Project intitolato “Quel che resta…” musiche su immagini del Kossovo girate da Guido Michelone che introduce l’esibizione del gruppo. Cinque giorni di musica, improvvisazione, ritmo ed eccezionali artisti; la giusta dose per riprendersi dalle canzonette di quel festival ligure abbastanza famoso…

di Jean Gasperi