Ethos degli Italiani

ottobre 20, 2009 in Fotografia da Redazione

Ethos degli ItalianiFoto degli anni Cinquanta che testimoniano la rinascita globale non solo di una città – Modena – ma anche di un intero paese, l’Italia.

La mostra ETHOS DEGLI ITALIANI – Anni ‘50. Modena e l’Italia della rinascita presenta una selezione di oltre 100 foto che intendono offrire uno sguardo sulla Modena del tempo, considerata come una città simbolo delle trasformazioni storiche, sociali e culturali che hanno interessato, in quegli stessi anni, l’intera nazione.

La rassegna, realizzata dal Fotomuseo Giuseppe Panini di Modena in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, è allestita nei rinnovati locali dell’ex ospedale Sant’Agostino.

Gli scatti, per quanto riferiti ad ambiti diversi fra loro, offrono lo spaccato di un’epoca e dei suoi protagonisti: dai “fatti di Modena” del 9 gennaio 1950, culminati tragicamente con l’uccisione di sei operai delle Fonderie per mano della polizia in seguito a uno sciopero, alla nuova classe sociale, operaia e piccolo borghese, che da subito si è imposta in quegli anni di rinascita globale.

E ancora foto relative all’espansione urbanistica, con la diffusione dell’edilizia popolare; alla ripresa economica e industriale, in una selezione di immagini riguardanti il panorama industriale modenese (Officine Rizzi, Acciaierie Ferriere, Fiat Trattori e Manifattura Tabacchi); alla rinascita dello spettacolo, dalla musica leggera a quella jazz.

Ma anche fotografie di sport (da ricordare, in particolare, quelle legate al nuovo Aereautodromo, costruito e inaugurato in quello stesso decennio), che contribuiscono a delineare l’identità di una nuova classe sociale, così come quelle delle prime feste de l’Unità.

Fino al 15 novembre sarà possibile ammirare foto di un decennio e di un’epoca dove Modena, città di provincia, è esempio e portavoce di trasformazioni in atto in tutta Italia.

Le immagini esposte sono capaci di far cogliere allo spettatore lo spirito di quegli anni, in una trasformazione sociale che ha come protagoniste le nuove utilitarie, simbolo delle prime gite fuori porta delle famiglie, dalla Fiat 500 alla Bianchina; i primi ciclomotori, dalla Vespa alla Lambretta, emblemi dell’emancipazione giovanile e dei nuovi miti cinematografici; e l’oggetto per eccellenza più all’avanguardia, la televisione.

Tutto questo fino alla più spicciola e colorita quotidianità.

Gli scatti in mostra, provenienti da fondi fotografici del Fotomuseo Panini, quali Orlandini, Bandieri, Roli, Botti & Pincelli e dall’Archivio Fotografico del Comune e della Provincia di Modena, visti nella loro eterogeneità, ci consentono di cogliere non solo l’identità di un luogo, ma anche di una storia collettiva cha ha posto le basi del nostro presente.

ETHOS DEGLI ITALIANI – Anni ‘50. Modena e l’Italia della rinascita

Periodo: fino al 15 novembre 2009.

Luogo: Modena, ex ospedale Sant’Agostino, via Emilia Centro 228.

Orari: martedì – domenica 11-19.

Ingresso: gratuito

di Redazione Cultura