Erano tutti miei figli

aprile 14, 2002 in Spettacoli da Roberto Canavesi

30367(1)Un titolo di grande richiamo, “Erano tutti miei figli” di Arthur Miller, è atteso al Teatro Alfieri dal 15 al 21 aprile per la stagione dello Stabile: definito per struttura e contenuti dramma “ibseniano” all’indomani del suo debutto a Broadway, il copione del 1947 si fa manifesto di una visione del mondo esemplificata nella storia della famiglia Keller. Il padre, Joe, ha venduto all’esercito parti di aerei difettosi, causando la morte di una ventina di giovani ed accusando di questo delitto il suo socio in affari; la madre Kate vive convinta che Larry, il maggiore dei suoi figli, non sia morto combattendo in Asia e che un giorno farà ritorno. Il figlio minore, Chris, ha “ereditato” dal fratello la fidanzata Ann, figlia del socio del padre, e vive in un clima famigliare destinato ad esplodere quando si apprende che Larry si è in realtà suicidato scoperto il crudele intrigo del padre: quest’ultimo, annientato dai rimorsi, si uccide mentre Chris esternerà solo alla fine un tardivo istinto di ribellione.

Il denaro, la morte, il rimorso per un testo costruito sulla mancanza di ogni forma di rapporto: non il bene contro il male, ma l’incapacità per certi uomini di separarsi da determinate azioni se è vero che la colpa principale del capofamiglia, ci suggerisce l’autore, non è solo di aver trafficato materiale difettoso ma di aver radicato questo suo comportamento nelle relazioni che ha poi costruito con la società. “Il denaro guadagnato con il sangue, non può che scontarsi con il sangue”, questo in sintesi il messaggio civile che Miller sembra voler affermare: nella messa in scena di Emilia Romagna Teatro con gli stabili di Roma e di Brescia, per la regia di Cesare Lievi, un cast guidato da Umberto Orsini e Giulia Lazzarini. Si ricorda che la replica di martedì 16 è stata annullata per lo sciopero nazionale.

Erano tutti miei figli

Teatro Alfieri

da lunedì 15 a domenica 21 aprile

ingresso: 23,24 euro.

di Arthur Miller: una produzione Teatro Eliseo Stabile di Roma, Centro Teatrale Bresciano, Emilia Romagna Teatro. In scena Umberto Orsini, Giulia Lazzarini, Luca Lazzareschi, Ester Galazzi, Roberto valerio, Rino Cassano, Elisabetta Piccolomini, Gian Paolo Valentini e Paola Di Meglio. Scene e costumi di Maurizio Balò, luci di Gigi Saccomandi, regia di Cesare Lievi.

di Roberto Canavesi