Ennio Morricone e la musica per il cinema

maggio 19, 2008 in Spettacoli da Gabriella Grea

Ennio MorriconeMusica per il cinemaSi spengono le luci e si accendono i ricordi: oltre 400 colonne sonore sono state firmate dal Maestro, ciascuna rievoca in noi una sequenza indimenticabile di emozioni. Il sodalizio-iniziato nel 1964- con Sergio Leone ha prodotto capolavori come “Per un pugno di dollari”, “il Buono, il Brutto e il Cattivo”, sino al pluripremiato “C’era una volta il west”: tale è la sinergia tra immagini e musica, che come per la madeleine proustiana, riassaggiarne qualche nota rimanda al fascino senza tempo di Claudia Cardinale, al sorriso sdentato e sordido di Eli Wallach o al magnetico “mezzo sigaro, con dietro la faccia di un bastardo alto, biondo e che parla poco”, (Clint Eastwood il Buono, il Brutto e il Cattivo)

Il genio del maestro ritorna accanto a registi impegnati come Bertolucci, Bellocchio, Pasolini, Pontecorvo, oltre a numerosi registi internazionali come Almodovar, Polanski, de Palma e Oliver Stone. Inoltre Ennio Morricone è autore della colonna sonora de I demoni di San Pietrobrugo di Giuliano Montaldo, girato nella nostra città, in proiezione nelle sale torinesi in questi giorni.

La musica composta per un film è un semplice sottofondo o gode di vita autonoma? Dal momento che -testimone questo concerto- sempre più spesso viene eseguita al di fuori del contesto originario. La maestria del compositore sta proprio nell’ “elaborare una composizione dotata di una architettura flessibile alle esigenze cinematografiche, ma altresì completa ed esaustiva per se stessa” (E.Morricone).

Assisteremo dunque ad un evento memorabile, non solo perché ascolteremo le orchestrazioni scritte dallo stesso maestro per le sue colonne sonore, ma anche per lo straordinario numero di musicisti e coristi presenti sul palco. Circa 200 elementi appartenenti all’orchestra Roma Sinfonietta, al coro Lirico Sinfonico Romano insieme alla magistrale voce del soprano Susanna Rigacci racconteranno 40 anni di cinema, di storia del costume, scanditi da musiche ammalianti e struggenti.

Susanna Rigacci è nata a Stoccolma, ha iniziato la sua carriera vincendo nel 1983 il concorso “Maria Callas”, ha cantato nei maggiori teatri italiani e stranieri privilegiando Bellini, Rossini e Donizzetti. Negli ultimi anni si dedica sempre più anche alla musica contemporanea, eseguendo in prima assoluta composizioni di Pennisi, Togni e D’Amico. E’ stata la protagonista della prima esecuzione italiana di The english Cat di Henze al Comunale di Bologna. Ha cantato sotto la direzione di Sinopoli, Berio, Gelmetti, Bartoletti, Kuhn, Campanella, Zedda, e sotto la regia di Ronconi, Pizzi, Bussotti, Salvatores, Ljubimov e molti altri.

Informazioni

Giovedì 22 maggio ore 21

Palaolimpico Isozaki

c.so Sebastopoli 123, Torino

Biglietti:

SOUAIT, in qualità di organizzatrice dell’evento, propone diversi modi per partecipare a questo indimenticabile appuntamento: è possibile infatti acquistare i biglietti di poltronissima fronte palco (fino ad esaurimento posti) che consentono di partecipare al cocktail di benvenuto, ricevere un’accoglienza personalizzata ed entrare dall’ingresso riservato di via Filadelfia 82.

Sono ancora disponibili i biglietti denominati Speciale Retro Palco dai quali si vedrà l’orchestra alle spalle (e vicinissima!) e il Maestro sempre di fronte a 40 euro.

SOUAIT ([email protected] tel.011 0608216) oppure la Biglietteria di Via XX Settembre 68/h (tel.011543534).

I biglietti di tribuna centrale, laterale, 1° e 2° anello presso gli abituali punti di prevendita: http://www.vivaticket.it

http://www.ticketone.it

oppure presso i rivenditori autorizzati.

di Gabriella Grea