Elisir d’amore

maggio 10, 2010 in Spettacoli da Barbara Novarese

elisir amoreLa seconda opera del trittico italiano, scelto dal Teatro Regio di Torino per celebrare il mese di Maggio, è L’elisir d’amore che andrà in scena con Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini e La bohème di Giacomo Puccini. Il melodramma giocoso in due atti, composto da Gaetano Donizetti nel 1932, fu rappresentato per la prima volta al Teatro della Cannobiana di Milano il 12 maggio dello stesso anno, in sostituzione all’opera che un altro compositore non riuscì a consegnarla nei termini prestabiliti.

Composta in soli 14 giorni, L’elisir d’amore riscosse grande consenso della critica e successo da parte del pubblico al punto che seguirono trentadue repliche consecutive e si meritò così la fama di essere uno dei massimi esempi d’opera comica ottocentesca. Nonostante sia stata definita in partitura «melodramma giocoso» per i brani piacevoli e disinvolti tipici di Donizetti, L’elisir d’amore possiede un cuore malinconico e a tratti patetico che si adatta magistralmente al tema romantico e spesso tormentato dell’amore. Non a caso, uno dei pezzi più famosi dell’opera è proprio “Una furtiva lagrima” adottata anche come colonna sonora del film di Woody Allen, Match Point.

Per la rappresentazione al Teatro Regio, è stato scelto un cast giovane e brillante. Nella parte della bella e capricciosa Adina il soprano Daniela Bruera, che ha recentemente cantato questo ruolo al Grand Théâtre de Tours. Nei panni dell’impacciato e languido Nemorino Tomislav Mužek, che torna al Regio dopo l’interpretazione di Rodolfo ne La bohème per la stagione 2008-2009. Nel ruolo del simpatico ciarlatano Dulcamara debutta Elia Fabbian, Marta Calcaterra prende le vesti di Giannetta e, infine, a Diego Matamoros sarà affidato il ruolo di Belcore. L’Orchestra e il Coro del Regio saranno diretti dal maestro Daniele Rustioni, che sostituirà l’annunciato Roberto Forés Veses, che ha dovuto rinunciare alla produzione per motivi di salute. Il giovane e talentuoso Rustioni era già salito sul podio del Regio nella Stagione 2008-2009 per La bohème e si alternerà con il maestro Gianandrea Noseda sul podio anche nella Bohème che andrà in scena dal 21 al 30 maggio. Il maestro del Coro è Claudio Fenoglio.

La recita prevista domenica 9 maggio alle ore 15 non andrà in scena per lo sciopero indetto dalle Segreterie Sindacali Nazionali del settore a seguito dell’emanazione del Decreto Legge del 30 aprile 2010 per il riordino del settore lirico-sinfonico. Andranno in scena regolarmente gli appuntamenti con l’elisir d’amore previsti martedì 11 maggio alle ore 20 e giovedì 13 maggio alle ore 20.

Per informazioni

Biglietteria del Teatro Regio, piazza Castello 215 – Tel. 011.8815.241/242

e-mail: [email protected]

sito internet: www.teatroregio.torino.it

di Barbara Novarese