Eco Chic

agosto 16, 2010 in Moda da Redazione

Creazioni eco-friendly per fashoniste dal cuore green

momaboma-bombo-rivisteNegli ultimi anni si sente sempre più parlare di eco-sostenibilità, battaglie green, lotta all’inquinamento globale, riciclaggio…Il fashion system non poteva certo restare a lungo insensibile a queste tematiche e così sulle passerelle, e sul web soprattutto, cominciano a comparire capi d’abbigliamento realizzate con materiali naturali al 100%, il cotone bio spopola e chi ha un po’ di ingegno non ha certo esitato a fare del riciclo una vera arte, nobilitando materiali inusuali e dando vita a creazioni di grande effetto e dallo spirito brioso perché si sa, la moda è anche divertimento.

E a questo proposito è impossibile non citare le borse di Momaboma (www.momaboma.it). Tutto nasce dal sapiente recupero delle copertine di vecchie riviste d’epoca rese malleabili in seguito a plastificazione. Ce ne sono di tutte le forme e nessuna è uguale all’altra. E’ vero che bisogna guardare al futuro ma il passato è sempre con noi, è la nostra storia e non si può certo resistere alla richiamo civettuolo di Sofia Loren che ci sorride dalla “prima pagina”!

mazzoli-silvia_borsaNon potete immaginare quante forme possano assumere le cerniere se passano per le mani di Silvia Mazzoli (www.silviasthink.com). Pesarese doc con un po’ di fantasia riesce a creare collane, spille e borse very cool. Ma non è tutto, come non restare a bocca aperta di fronte ai cerchietti che realizza con vecchie spugne da cucina ormai al limite.

adeart-1_borse camere dSi sa, in tempo di crisi non si butta niente, il bello del riciclo è questo: riadattare materiali nati per altri usi trasformandoli in oggetti nuovi e inusuali. E così da vecchie camere d’aria di camion e trattori le mani dei componenti del laboratorio artistico ADEART (www.adeart.it) producono sfiziose borsette e tracolle.

Insomma, nei modi più svariati riciclo e moda si uniscono portando in auge accessori sicuramente inaspettati ma di grande effetto, le vere fashion addicted non avranno che l’imbarazzo della scelta per sentirsi glam e paladine della natura.

AKIKO_1_ONE09Forse un po’ impegnativa ma impedibile (e nella mia collezione farebbe un figurone) la borsa-moneta realizzata da Akiko. Questa giovane designer arriva dal paese del Sol Levante e ha saputo creare un vero oggetto d’arte utilizzando materiali poverissimi. Si è ispirata ad una vecchia moneta giapponese e forgiando ferro e argento contornando il tutto da pelle pregiata è riuscita a riprodurla sotto forma di borsetta, addirittura la versione finale è in corteccia… più naturale di così non si può!. Per raggiungere il top la si può esibire in accompagnamento con il bracciale della stessa forma realizzato in alluminio brunito.

Ma l’Europa non è da meno…grintosa, amante dello street style e dell’hand made: così si presenta Victoria Geaney, londinese classe ’88. Solo da una personalità come questa potevano nascere delle decolleté floreali naturali al 100%. Infatti sono completamente realizzate in cotone biologico stampato con colori ad acqua…con delle scarpette così il buonumore è assicurato.

VICTORIA_1_ONE09.JPGInsomma, strano ma vero, il bidone della spazzatura si trasforma in un baule di tesori! Presa dall’euforia ci ho provato anch’io: ho tentato di rendere “speciali” i tappi di bottiglia convertendoli in decori per orecchini, collane e bracciali. Vi lascio immaginare il risultato, meglio soprassedere…beh, chissà se voi riuscite a fare meglio, la sfida è aperta!

di Ginger