D’invern ans el Po

febbraio 16, 2002 in Sport da Claris

25442(1)Da dieci giorni se ne parla con toni sempre più entusiasti, ed ora i rintocchi stanno per suonare, speriamo non troppo ammortizzati dal rumore battente dell’acqua piovana sull’acqua del fiume…

Oggi, domenica 17 febbraio, con inizio alle 10.30, presso la Società Canottieri Esperia-Torino in corso Moncalieri 2, è il momento della tradizionale Regata “D’Invern An Sël Po”, una delle cinque gare che costituiscono il Campionato Italiano di Gran Fondo.

Dalla competizione verranno estratte anche altre due classifiche riguardanti rispettivamente la Coppa Italia e il Trofeo della Pace Internazionale (per il quale si confrontano equipaggi provenienti anche dalla Svizzera e dalla Francia).

La manifestazione, indetta dalla Federazione Italiana Canottaggio, giunta alla sua 20° edizione, è organizzata dalla SC Esperia di Torino, in collaborazione con la FIC Piemonte.

Gian Antonio Romanini, presidente della Federazione Italiana di Canottaggio, e Sandro Sassone, presidente della Società stessa, insieme ad altre Autorità, hanno presentato da alcuni giorni l’insieme di iniziative organizzate per l’occasione, ma le sorprese sono sbocciate anche in queste ultime ore. Ospite di assoluto riguardo, a Torino per l’occasione, è infatti il pluri-campione olimpico Giuseppe Abbagnale.

Campionissimi a parte, la regata è l’occasione per dar luce alle nuove proposte di rivisitare il ruolo del fiume nel contesto sociale metropolitano; progetti che hanno visto in prima linea la Città di Torino, la quale, attraverso l’Assessorato allo Sport, ha inteso fornire agli organizzatori un valido sostegno in contributi e il proprio Patrocinio. Attraverso il proprio Ente di promozione, anche Turismo Torino ha sottolineato l’importanza dell’appuntamento nel quadro di una rivalutazione dell’offerta turistica della città. La Provincia di Torino e la Regione Piemonte hanno ugualmente accolto con entusiasmo l’insieme delle manifestazioni organizzate in occasione della Regata, riconoscendo loro i rispettivi Patrocini. Inoltre, l’Assessorato Provinciale all’Agricoltura ha contribuito ad arricchire la parte enogastronomica della stessa manifestazione.

Parallelamente, lo CSAIn Piemonte, da sempre attivo sul fronte della più ampia compartecipazione del pubblico alle iniziative sportive e a tutti quegli aspetti di socializzazione che fanno capo a una filosofia di vita ispirata ai più sani valori del tempo libero, ha offerto il proprio contributo per promuovere la validità dell’evento.

A partire da quest’anno, su suggerimento dei responsabili della SC Esperia di Torino, si è inteso cogliere un importante pretesto per estendere quello che era un semplice interesse sportivo a un ben più ampio orizzonte, capace di risvegliare presso il grande pubblico il desiderio di riscoprire tutte le opportunità di svago, distrazione e intrattenimento che possono animare una giornata trascorsa sulle rive del fiume. Al di là dell’aspetto agonistico della sfida dei canottieri, molte altre occasioni di richiamo sono state quindi organizzate a cura di altre importanti componenti non solo del mondo sportivo. Tra queste, la Pro Loco di Torino, la ‘Cavalcavalli’, la Federazione Italiana Ciclismo (Com.Reg.), la Federazione Italiana Tiro con l’arco (Com.Reg.), l’Associazione ‘Orsi Polari’, Federazione Italiana Nuoto, Mongolfiere Nello Charbonnier, il Comitato Manifestazioni Torinesi (che offrirà al pubblico tè e pop-corn), …..inoltre, per il piacere di uno spuntino all’aria libera, in via del tutto eccezionale, rimarrà aperto anche il ‘Jammin’’, il noto locale che si affaccia sui Murazzi.

Si tratta di un insieme di richiami che consentono di vivere con grande partecipazione i molteplici aspetti che possono risvegliare con grande forza il desiderio di poter fruire della preziosa suggestione che soltanto un grande fiume, in una grande città, è in grado di suscitare, così come da tempo già accade in altre grandi città del mondo, le quali da anni hanno saputo trasformare il fiume in un impareggiabile scenario per ogni tipo di attività rivolta al tempo libero.

Proprio in tale prospettiva, si è intesa la trasformazione di “D’INVERN AN SËL PO”, voltandola in un “Evento” in grado di coinvolgere varie e significative componenti sul territorio. Un giorno di sport, svago e – perché no? – di festoso contenuto (anche enogastronomico) che rappresentano un’allegra cornice per rendere ancora più piacevole la manifestazione che ha come protagonisti primari gli atleti del remo.

In particolare, per quanto riguarda lo svolgimento della regata, questa impegnerà in una gara di fondo circa 900 atleti, per oltre 100 equipaggi ‘8+’, su un percorso di 6 Km.

La gara sarà a cronometro, con partenze ogni 20 secondi, con svolgimento dalle 10.30 alle 13. Al termine, avrà luogo la cerimonia di premiazione, alla presenza di un testimonial d’eccezione: Stefano Basalini, più volte Campione del Mondo di Canottaggio in varie specialità

Per informazioni: tel. 011.546.789

di Claris