Diario di un volontario-Day 8&9

febbraio 16, 2006 in Sport da Redazione

Calma piatta in villaggio. Anche i nostri colleghi dei NOC Services Center, dopo la pressione a cui erano sottoposti durante i giorni scorsi, cominciano ora a tirare un po’ il fiato.

Ed e’ gia’ tempo di pensare alle prossima cerimonia di chiusura dei giochi, che si svolgera’ Domenica 26. Del resto questo e’ un buon momento, approfittando del fatto che adesso l’attenzione delle squadre e’ logicamente rivolta in modo preponderante alle gare e non hanno molto bisogno di noi. La procedura seguira’ quella della ormai collaudata cerimonia di apertura, solo un po’ piu’ semplificata dato che gli atleti sfileranno tutti insieme, non piu’ suddivisi per nazione.

Intanto, quelli che non sono riusciti a qualificarsi oppure che hanno terminato le gare iniziano progressivamente a ritornare a casa, e il villaggio lentamente ma inesorabilmente si svuota un po’ alla volta, goccia dopo goccia.

In ufficio si sentono le storie piu’ improbabili: oggi un mio collega, mentre stava trasportando un membro di un NOC, ha mancato l’uscita autostradale di Bardonecchia: si e’ cosi’ ritrovato nel Tunnel del Frejus e ha dovuto andare fino a Modane prima di poter fare ritorno. Un altro invece e’ riuscito a fare il pieno di benzina verde a un’ autovettura di servizio diesel: per evitare danni irreparabili al motore e’ stato necessario chiamare l’assistenza, che con il carro attrezzi l’ha portata in officina per svuotare serbatoio, tubazioni e pompe varie.

Intanto aspettiamo la neve: era, prevista per stanotte, ma poi la temperatura si e’ alzata e cosi’ e’ scesa la pioggia fino a meta’ mattina; fortunatamente che piu’ in alto sulle piste la temperatura e’ rimasta piu’ bassa e ha impedito di rovinare il fondo (oggi si svolgevano le gare di snowboard cross maschile).

di MAury