Derby canavese in Eccellenza

gennaio 11, 2002 in Sport da Redazione

Riparte l’eccellenza nonostante tutto. Allo stato attuale comunque il recupero del 15^ turno, è ancora ad altissimo rischio. Emblematica la situazione del Pool Cirièvauda. La squadra di Salvatore Fontana infatti si ritrova con il campo impraticabile. Il problema è che per giocare, i canavesani, dovranno emigrare fino a Caluso, paese a circa 40 chilometri di distanza rispetto a Vauda. Ci chiediamo quanto gli appassionati siano tutelati in una situazione simile.

Ancora peggiore forse, la situazione a Pianezza, dove l’incontro tra Lascaris e Nolese è ad altissimo rischio. Il ghiaccio infatti rende ancora impraticabile il campo dei bianconeri e per capire la gravità del momento, basta sentire le dichiarazioni del trainer Riccardo Milani. “Il campo è disastroso. Temo che se le temperature non si alzeranno nelle prossime ore, sarà difficile giocare”. Intanto da Nole aspettano notizie, ma Sergio Gatti farebbe volentieri a meno, di giocare in condizioni impossibili, visto che la lista degli indisponibili è già molto lunga; A partire dal cannoniere Massimino.

Sul piano strettamente tecnico, l’ultima di andata, sarà la giornata del grande derby canavesano tra Rivarolese e Castellamonte. Sarà una partita chiave soprattutto per l’undici di Centola. Il Rivarolo infatti, deve invertire la rotta. La mancanza cronica di vittorie ha già portato all’esonero di Rocco Parisi, è necessario iniziare a vincere , per non peggiorare ulteriormente la situazione.

In casa Castellamonte invece, il lavoro di Gianni Koetting sta iniziando a dare i suoi frutti. Vincendo poi, l’ex centrocampista della juve, si toglierebbe una bella soddisfazione. Battere la squadra che lo ha lanciato come allenatore. Il compito di riaprire parzialmente il girone A, spetta invece all’ Arona impegnata a Cossato, contro la capolista Cossatese, finora irresistibile.

Nel girone B, la situazione ghiaccio sembra essere migliore. Anche qui si recupera la 15^ di andata. Il Pinerolo , capolista, ed ormai campione d’inverno, ha tutte le intenzioni di proseguire la marcia trionfale contro l’Ovada.

Quello attuale è un momento cruciale anche per l’Orbassano Venaria. Si tratta della squadra più rinnovata, dall’ultimo mercato di dicembre. In più il lavoro di Licio Russo, il nuovo allenatore, dovrebbe proporre una squadra più votata all’attacco, già da domani contro l’Acqui. Insomma tutti si aspettano ancora molto da questo Orbassano. Primo fra tutti il presidente Cascino. Da segnalare in particolare anche l’impegno del Chieri a Centallo, e quello del disastrato Nizza Millefonti di Mauro Fontana, contro il Bra.

di Paolo Robino