Danza classica nel weekend

maggio 10, 2002 in Spettacoli da Stefania Martini

30712Alternanza di spettacoli di danza al Teatro Juvarra: dopo quella contemporanea di Interplay, fine settimana all’insegna della danza classica.

Da oggi a domenica sera, infatti, BALLETTO ITALIA propone tre allestimenti con coreografie curate da Carla Perotti, direttore artistico della Compagnia e, per molti anni, prima ballerina al Teatro Municipale di San Paolo del Brasile.

L’associazione Balletto Italia è presente da una ventina d’anni sulla scena nazionale e fin dall’inizio si è proposta nel promuovere la danza classica tra i giovani, rivisitando il grande repertorio internazionale, ma cimentandosi anche in produzioni nuove, dove il classico si fonda con il moderno in una ideale simbiosi. Gli elementi che la compongono si sono formati all’Accademia Regionale di Danza di Torino, al Teatro Carcano di Milano, alla John Cranko School di Stoccarda, al corso di perfezionamento di Gabriella Cohen.

Si comincia venerdì 10 con “Concerto Barocco” , produzione del 1996, tratto dall’Estro Armonico di Vivaldi.

Sul palcoscenico daranno vita alla coreografia originale della Perotti, dove si fondono tecniche e movimenti, in una cornice coreografica di grande respiro e attualissima nel concetto e negli usi della tecnica accademica, con movimenti contemporanei, Elisa Broggian, Raffaella Giangualano, Elisa Moriano, Imma Parisi, Chiara Soragna, Salvino Aiosa, Piercarlo Gozzelino Aldo Torta.

Sabato sera, invece Cristina Perotti, prima ballerina di Balletto Italia ed interprete eclettica, sarà impegnata in “Strana Inquietudine” un pas de deux creato da Carla Perotti sulle musiche dell’autore contemporaneo Geri Dell’Utri.

Infine, domenica 12 sarà di scena un balletto che propone la drammatica storia di Anna Frank, la ragazzina olandese che, attraverso le toccanti pagine del suo diario, ricorda a tutto il mondo l’incubo dell’olocausto. Sentimenti, tensioni, ansie spezzate solo da pochi momenti di positivo abbandono, di speranza, di salvezza, subito disillusa: il tutto accompagnato dalla musica e dalla scenografia tetra, con poche luci a sottolineare la figura di Anna, inconsapevole eroina.

“Quello che ho tentato di fare con il Diario di Anna Frank prende spunto da un concetto ripetuto spesso nel suo Diario, ossia la speranza nell’avvenire, l’attaccamento al futuro, la fiducia nell’umanità, nonostante tutto.” Con queste parole Carla Perotti descrive lo spettacolo.

“Anna Frank” , su musiche di Strauss, è stato prodotto dalla compagnia Balletto Italia nel 1995 e in quello stesso anno è stato presentato a Vignale Danza.

Balletto Italia

Dal 10 al 12 Maggio, ore 20.45

Teatro Juvarra, via Juvarra 15 – Torino

Tel. 011.540.675 – Fax 011.517.5084

di Stefania Martini