Corsa | Sudate Carte Racconti I edizione

dicembre 24, 2002 in Sudate Carte da Redazione

Urla, grida… immagini che sempre più si appannano, e fuori è tutto un turbinio… le due ali di folla che ti circondano ondeggiano, si muovono, si allargano e si restringono, come il tracciato..
E fuori è tutto sgusciante e riesci solo a sfiorarlo con la coda dell’occhio, mentre scappa alle tue spalle…
Tutto scorre incessantemente, pieno di energia… e tu dentro senti che non ce la fai più…e non manca tanto al traguardo… e tieni duro…
Fuori le istantanee del mondo scorrono ora più lente, ma sai che la meta ad ogni falcata è meno distante.
Non pensi pia nulla… sei solo fisicità… il pensiero è annullato nei tuoi movimenti ripetuti all’infinito… nel vano tentativo a turno di un arto di sopravanzare gli altri, finendo poi per essere inevitabilmente ripreso… nel tuo respiro… stancamente regolare… ed il traguardo arriva a vista e quasi inconsapevolmente inizi lo scatto, pur senza averne le forze…
E il pensiero che puoi vincere non riesce a sbocciare, perché tutte le tue energie sono altrove, ma sei primo… e meccanicamente, come programmato dalla passione o dall’allenamento o dall’abitudine continui a correre…
E la fine della gara si avvicina…
E il pensiero di levare le braccia al cielo nel tagliare il traguardo non riesce a venire alla luce, perché le sempre meno tue energie sono altrove… e perché nel finale gli altri hanno più slancio di te e ti superano…
E quando il pensiero riesce a liberarsi dalla prigione di muscoli e nervi ed ossa e respiro affannoso, vedi chiaramente il vincitore stringere la coppa, e ti guardi le mani… nelle tue c’è solo sudore…

di Eros Agosto