Concorso di poesia Emilio Gay

agosto 1, 2005 in Attualità da Claris

In ricordo dell’indimenticabile poeta Emilio Gay, l’Associazione Culturale Unicorno, con il patrocinio della Regione Piemonte e della Città di Torino, bandisce il 1° concorso nazionale di poesia ‘Emilio Gay’.

Ma, per i pochi che non lo sapessero, chi era Emilio? Il Presidente di Poesia Attiva, una delle più prestigiose associazioni di poesia a livello nazionale, e poi? Un magnifico mecenate della cultura, splendido e profondo poeta, soprattutto amico di tanti tantissimi, tra cui anche dei Traspi-amici, per i quali coordinava la giuria di poesia del concorso Sudate Carte.

Uno di quegli uomini insomma, prima ancora che uno di quei letterati, la cui memoria rimane viva e penetrante in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo, e che fanno molto per ricordarlo.

Perché però il ricordo dell’uomo e delle sue opere non solo non si disperda, ma venga ancora più diffuso, divulgato a tutto il mondo, affinché si crei “un uomo migliore”, Poesia Attiva ha edito a fine 2004 una raccolta postuma di poesie di Emilio Gay: “Le parole son finite”.

i contenuti di questo volume da collezione, fortemente desiderato da Emilio Gay e curato per lui dalla poetessa, nonché cara amica, Rosy Bianchini di Martino ed edito in un’accurata veste grafica dalla ACG (“Anna Cuculo Group”) editrice quali sono?

In ben 256 pagine in grande formato, lo “scintillio di parole” illumina la figura di Emilio Gay nei giudizi critici di Guglielmo Gallino, Roberto Lupo, Marzio Pinottini; in un’antologia delle sue poesie; e nelle numerose e qualificate testimonianze di Sergio Astrologo, Rosy Bianchini di Martino, Manlio Bichiri, Umberto Broccoli, Patrizia Cavalieri, Sissi Ceresa, Luciano Cerrato, Mara Chemeni, Gianni Chiostri, Giuseppe Conte, Francesco Cordero di Pamparato, Gianfranco de Turris, Bruno di Martino, Franca Maria Gabriele, Maurizio Garrone, Pippo Portigliotti, Fausto Gianfranceschi, Sandro Giovannini, Anna Giuliano, Tomaso Kemeny, Bruno Labate, Francesco Laversa, Gianpiero Leo, Antonio Melillo, Claudio Sciaraffa, Matteo Negrin, Emanuele Perotti, Maja Strakova, Alberto Tallone, Stefano Zecchi, Malù.

Il libro si può dividere in tre parti. Una prima parte dedicata agli interventi critici che esplorano i motivi della scelta poetica di Gay legati al tempo (circa mezzo secolo) da lui vissuto nello studio e nella ricerca letteraria in Italia, soprattutto a Torino, nella regione calabra e in Francia a Nizza.

Il nucleo centrale è rappresentato dall’antologia poetica di Emilio, in cui compaiono tutte le sue poesie edite, comprese le belle copertine dei tre libri pubblicati: dal primo volume Rivoluzione Artificiale uscito nel 1973, che racchiude lavori di trent’anni almeno, all’Unicorno del 1998, che rappresenta il più grande motivo di ricerca della sua vita, per arrivare alle Ali di Pegaso del 2001, contenente alcune liriche precedenti all’Unicorno.

Il terzo capitolo è costituito da testimonianze di amici, confidenti, estimatori di Emilio, che raccontano frammenti di quella ricca personalità, secondo lo strale che più li ha colpiti, ognuno a modo proprio, senza schemi.

Ma un libro non basta, perché Emilio amava molto i giovani e tutti coloro che si avvicinavano all’opera poetica. Ed allora ecco l’idea, dei suoi amici, quelli, tanti tantissimi, di Poesia Attiva e dell’Unicorno, di istituire un premio un suo onore.

Il Concorso è aperto ad autori italiani e stranieri, residenti in Italia, che abbiano compiuto i 25 anni di età, e si articola in un’unica sezione: poesia inedita in lingua italiana.

Si partecipa con una silloge di tre poesie (ciascuna composta da un massimo di 50 versi) sul tema del ‘RITORNO’, dattiloscritte e redatte in 7 copie.

Le opere dovranno essere recapitate a mezzo posta entro il 15 settembre 2005 al seguente indirizzo:

Associazione Culturale Unicorno Via Barbaroux 25 – 10121 Torino,

specificando sulla busta la dicitura ‘1° Concorso di Poesia Emilio Gay’. Il plico dovrà contenere, oltre alle 7 copie dei testi, una ulteriore busta chiusa, all’interno della quale saranno scritti: nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico, indirizzo di posta elettronica, brevi note biografiche: curriculum vitae, titolo di studio, pubblicazioni effettuate.

Molto interessanti i premi. Al primo classificato, infatti, andranno € 1.500,00 ed una targa d’argento; al secondo € 500,00 ed una targa d’argento; al terzo una targa d’argento. Inoltre le prime tre opere verranno pubblicate sulla rivista letteraria Alchimie. La Cerimonia di premiazione si svolgerà domenica 20 novembre nell’ambito dell’annuale convegno internazionale ‘Mario Luzi e la poetica della visione’, organizzato dall’Associazione Poesia Attiva al Teatro Juvarra, in via Juvarra 15 a Torino.

Assai qualificata la giuria, che vede Stefano Zecchi presidente onorario e poi i poeti e scrittori Giuseppe Conte, Guglielmo Gallino, Tomaso Kemeny, Sabina Negri, coadiuvati dalla poetessa Rosy Bianchini di Martino e dalla regista e attrice Anna Cuculo.

1° concorso nazionale di poesia ‘Emilio Gay’ – tema: Il ritorno

Informazioni: Associazione Poesia Attiva – via Barbaroux, 23 – 10121 Torino

[email protected] – tel. 011.561.9129 – fax 011.556.1678 – cell 347.254.7687

Il bando completo del concorso è segnalato sul sito www.poesiattiva.it

Regolamento

ART. 1 Il Concorso è aperto ad autori italiani e stranieri residenti in Italia, che abbiano compiuto i 25 anni di età, e si articola in un’unica sezione: POESIA INEDITA IN LINGUA ITALIANA.

ART. 2 Si partecipa con una silloge di tre poesie in lingua italiana sul tema del ‘RITORNO’, dattiloscritte e redatte in 7 copie. Ciascuna poesia dovrà essere composta da un massimo di 50 versi.

ART. 3 La partecipazione al Concorso è gratuita.

ART. 4 Le opere dovranno essere recapitate a mezzo posta entro il 15 settembre 2005, al seguente indirizzo: Associazione Culturale Unicorno, Via Barbaroux 25 – 10121 Torino, specificando sulla busta la dicitura ‘1° Concorso di Poesia Emilio Gay’. Il plico dovrà contenere, oltre a quanto previsto all’art. 2, una ulteriore busta chiusa, all’interno della quale saranno scritti: nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico, indirizzo di posta elettronica, brevi note biografiche: curriculum vitae, titolo di studio, pubblicazioni effettuate (volumi, poesie, narrativa, saggi critici, articoli ecc..), del candidato.

ART. 5 Saranno assegnati i seguenti premi

Primo premio: € 1.500,00 + una targa d’argento

Secondo premio: € 500,00 + una targa d’argento

Terzo premio: una targa d’argento.

Premi speciali e segnalazioni possono essere conferiti a discrezione della Giuria. Le prime tre opere verranno pubblicate sulla rivista letteraria Alchimie.

ART. 6 La Cerimonia di premiazione si svolgerà domenica 20 novembre nell’ambito del convegno internazionale dal titolo MARIO LUZI E LA POETICA DELLA VISIONE, organizzato dall’Associazione Poesia Attiva al Teatro Juvarra, in Via Juvarra 15, Torino. Nel corso del convegno sarà data lettura delle prime venti poesie classificate. Alla cerimonia di premiazione sono invitati tutti i partecipanti.

ART. 7 I vincitori saranno contattati direttamente dalla Segreteria del premio entro il 20 ottobre 2005. La graduatoria dei primi venti classificati verrà pubblicata sul sito internet www.poesiattiva.it entro fine ottobre 2005.

ART. 8 Il premio deve essere ritirato personalmente dai vincitori. È ammesso il ritiro da parte di delegati dei vincitori solo se validamente motivato e previo accordo con gli organizzatori del Concorso.

ART. 9 La giuria del Concorso è composta come segue:

Presidente Onorario Stefano Zecchi, docente, scrittore, Assessore alla Cultura della Città di Milano

Giuseppe Conte, poeta, narratore

Guglielmo Gallino, saggista

Tomaso Kemeny, docente, poeta, narratore

Sabina Negri, autrice di testi teatrali.

Segretari:

Ro
sy Bianchini di Martino, poetessa

Anna Cuculo, regista, attrice, scrittrice.

Il giudizio della giuria è insindacabile e inappellabile.

ART. 10 L’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali furti, smarrimenti o danni che dovessero essere causati alle opere.

ART. 11 Con la partecipazione al Concorso, ogni autore garantirà, assumendosi ogni responsabilità morale e legale, che il materiale inviato è inedito, frutto esclusivamente del proprio ingegno e non gravato da diritti altrui.

ART. 12 Le opere presentate non saranno in ogni caso restituite. Le prime tre opere premiate resteranno a disposizione dell’organizzazione per essere utilizzate, comunque non a fine di lucro, per scopi culturali e/o promozionali, nonché a fini archivistici; ferma restando la possibile, piena e autonoma utilizzazione, per ogni scopo, da parte degli autori.

ART. 13 Tutela dei dati personali: ai sensi della legge n° 675/96, la segreteria dichiara che il trattamento dei dati dei partecipanti al concorso è finalizzato unicamente alla gestione e diffusione del premio e all’invio di eventuali iniziative future da parte dei promotori del premio stesso. Si fa presente che con l’invio dei testi letterari l’interessato acconsente al trattamento dei dati personali.

ART. 14 Ulteriori informazioni potranno essere richieste a mezzo posta elettronica al seguente indirizzo: [email protected]

ART. 15 La partecipazione al Concorso implica l’accettazione integrale del presente regolamento.

di Claris