Comuni “Ricicloni”

novembre 17, 2009 in Attualità da Redazione

Piossasco primo tra i Comuni del Piemonte sopra i 10.000 abitanti, Orio Canavese secondo tra tutti i Comuni del Piemonte sotto i 10.000 abitanti, il Consorzio del Chierese C.C.S. primo tra i 22 Consorzi della regione.

Sono questi i risultati più rilevanti in materia di raccolta differenziata (RD)ottenuti in provincia di Torino nel 2008, secondo la ricerca di Legambiente presentata questa mattina nell’ambito del convegno “Comuni ricicloni 2009”.

Ma non solo la percentuale di RD che ha originato quelle performance: la valutazione stata fatta sulla base del cosiddetto indice di buona gestione (IBG), che comprende anche la riduzione della quantità totale di rifiuti prodotti, la separazione dei rifiuti pericolosi, il recupero di energia e altri parametri ancora.

Nel dettaglio, sono tutti della provincia di Torino i Comuni sopra i 10.000 abitanti che si sono piazzati nelle prime 11 posizioni: Piossasco (RD 74% e IBG 74,69%), Cuorgnè (RD 68,3 e IBG 71,25), Vinovo (RD 66,5% e IBG 71,25%), Poirino, Santena, Trofarello, Chieri, Nichelino, Rivalta, Giaveno e Collegno.

Appartengono alla provincia di Torino, e, in particolare, al Canavese, ben 8 tra i primi 10 Comuni del Piemonte sotto i 10.000 abitanti: al secondo posto Orio Canavese (RD 71,9% e IBG 83,75%), al quarto posto Salassa (RD 70,7% e IBG 82,19%), seguono Tavagnasco, Favria, Vialfrè, Maglione, Quagliuzzo, San Martino Canavese.

Infine, nei primi 9 posti in classifica per i Consorzi ce ne sono 5 della provincia di Torino: dopo il C.C.S. (RD 65,8% e IBG 80,15%), al secondo posto (RD 64,1% e IBG 72,46%) troviamo il CO.VAR. 14, il Consorzio della zona a sud di Torino compresa nel triangolo tra Trofarello, Lombriasco e Rivalta.

Sono dati molto incoraggianti – commenta l’assessore all’Ambiente della Provincia di Torino Roberto Ronco – che testimoniano anche la bontà della politica intrapresa da tempo dalla Provincia di Torino, orientata a sostenere fattivamente i progetti di raccolta domiciliare presentati dai Comuni.

A oggi i finanziamenti della Provincia ammontano a circa 15 milioni di euro e sono stati erogati a 271 Comuni.

di Redazione