Colonia Sonora: i prossimi appuntamenti

giugno 20, 2005 in Spettacoli da Claris

Claudio BattaSka e rock in questo fine settimana e i primi giorni della prossima a Collegno nell’ambito di Colonia Sonora.

Vallanzaska – ven 17 giugno

Una delle band più rappresentative del nuovo corso ska-punk, un concentrato di energia,ritmo e canzoni tutte da ballare. Ecco il progetto Vallanzaska, nato nel 1991. La produzione di canzoni proprie spinge la band a uscire nel 1994 con “Otto etti di ottagoni netti” prima tappa discografica e prima esperienza di auto produzione che regalerà al gruppo l’indispensabile know how in campo live. Parallelamente alla ristampa del cd il gruppo comincia a farsi conoscere per la musica dello spot Heineken, la partecipazione alla trasmissione “Patchanka” su Radio Popolare, la condivisione del palco con Elio e le Storie Tese e la presenza al 1° Moonstomp ska festival, oltre che per il grande numero di concerti in tutto il centro nord d’Italia.

Il 1998 si apre con l’uscita di “Cheope” e la conseguente partecipazione a innumerevoli compilations. Il notevole successo dell’album li porterà ad aprire le date italiane del tour degli Offspring. L’album sarà presente per sei mesi consecutivi nella classifica di vendite di “Musica & dischi” nella sezione indie. Alcune canzoni, contenute nel disco sono ancora oggi delle vere e proprie hit nei club di mezza Italia.

E’ poi la volta di “Ancora una fetta” (2001). Il disco contiene la cover di “Non l’hai mica capito”, celeberrima canzone del Vasco nazionale.

Nel 2003/2004 i Vallanzaska hanno girano più volte, in lungo e in largo, l’Italia intera. Isole comprese. Viene creata la MANINALTO!, etichetta, portale e centro culturale dietro cui si nascondono i Vallanzaska stessi. L’idea è quella di creare un punto di raccolta, ma anche di partenza e riferimento, per tutto ciò che di creativo e valido non trova ancora spazio. E’ la stessa MANINALTO! a produrre il loro nuovo lavoro: “Si si si no no no”. Ospiti d’eccezione come Guido Baratta, Ricky Gianco e Claudio Batta (Zelig Circus) renderanno l’album incredibilmente piacevole. I concerti in collaborazione con Clear Channel Italia li portano a fare più di 70 concerti in un anno e a partecipare al Contro festival di Mantova. “Si si si no no no”, il singolo che da’ il titolo all’album, viene scelto da Mediaset come sigla per il programma comico “SUPERCIRO”.

Ironia ed un pizzico di sarcasmo caratterizzano i testi di questa band che gioca con i contrasti tra il bianco e il nero, il vero e il falso (e appunto:sisisi/nonono…), svelando gli equivoci e dimostrando come molto spesso quello che appare bianco non è detto che sia bianco e quello che sembra vero in realtà è falso.

  • sab 18-giugno – SO:HO

    Il rock torinese continua a lanciare messaggi di salute, in questo caso con venature elettroniche e clima crepuscolare.

  • lun 20-giugno – MUSICOMIO
  • mar 21-giugno – FARINEJ D’LA BRIGNA

    All’inizio del 1989, Fabrizio convoca gli amici e dice che nel suo studio (quello che sarebbe poi divenuto l’attuale THETASTUDIO) si può registrare un intero lavoro del gruppo, tutti aderiscono entusiasti. Fabrizio Rizzolo racconta: «Il nostro obiettivo sarebbe stato quello di diventare il gruppo piemontese più famoso. Scrivemmo e registrammo i brani insieme e, mentre loro lavoravano durante il giorno nelle loro normali occupazioni, io continuavo a registrare e buttare giù delle idee, poi ci trovavamo tutti alla sera e le vagliavamo facendo tardissimo! Era molto divertente!»

    Ed ecco che mentre la radio passava “Gimme five” di Jovanotti, esce la cassetta “I farinej dla brigna”. L’idea iniziale era di fare canzoni in lingua piemontese divertenti e di vario genere, con il passare degli album le composizioni diverranno sempre più vicine al gusto musicale delle nuove generazioni, staccandosi dai canoni tradizionali del Piemonte. Fin dal primo pezzo della cassetta si sente la freschezza musicale del gruppo, “Cant’anche mi” ha dato inizio ad una rivoluzione nel campo della musica dialettale.

    Oggi sono tanti i gruppi che hanno seguito quella strada o che, partendo da quella base, sono poi approdati ad un loro stile personale, un esempio per tutti i “Loscki Bosky”, alcuni invece si sono spinti oltre ed in un periodo in cui sono di moda i TRIBUTI hanno creato un gruppo di cover dei Farinei (i “Meidalmass” della zona del biellese), fino ad arrivare al rifacimento in dialetto lombardo della canzone “Balengo” rinominata “Pistola”!

    Il 2004 si apre con un grande ritorno a “Music Zoo”, trasmissione che li vede ospiti per il terzo anno consecutivo, che nel tempo si è accaparrata un folto gruppo di “aficionados” ed è cresciuta fino a diventare una produzione di Canale 5. In questo momento la Band è chiusa, anzi barricata nel neonato “NEVERSTUDIO”, la sala di registrazione di Daniele Montanaro che, caso strano, è stata costruita dagli stessi componenti della band nelle immediate vicinanze della oramai non più fornitissima cantina del papà Piero, amico, produttore e mecenate, per scegliere, rimaneggiare, correggere ed assemblare le registrazioni che sono state fatte durante i concerti dal vivo della passata stagione. Il progetto è di realizzare un CD che contenga alcuni brani dal vivo, inframmezzati da monologhi e gags più divertenti, due brani nuovi ed inediti, filmati di backstage, video e quant’altro si riuscirà a ficcarci dentro.

  • ven 17-giugno

    VALLANZASKA

    INGRESSO 5 €

  • sab 18-giugno

    SO:HO

    Il rock torinese continua a lanciare messaggi di salute, in questo caso con venature elettroniche e clima crepuscolare.

    INGRESSO GRATUITO

  • lun 20-giugno

    MUSICOMIO

    Pongo,Nebbia,Benejad,Klinefelter, Magda my flame

    INGRESSO GRATUITO

  • mar 21-giugno

    FARINEJ D’LA BRIGNA

    INGRESSO GRATUITO

    di Claris