CINEMA inSTRADA

agosto 31, 2009 in Spettacoli da Stefania Martini

Il mondo è un luogo troppo stretto per non occuparsi dei proprio vicini

Prosegue in settimana il cartellone del Festival CINEMA inSTRADA, giunto alla sesta edizione, e che si conferma importante occasione di scambio e conoscenza tra gli abitanti dei quartieri coinvolti, in modo particolare tra la popolazione autoctona e quella migrante.

La manifestazione, che coniuga la dimensione artistica e culturale con quella sociale, consiste soprattutto nella proiezione gratuita e all’aperto di film popolari, italiani e stranieri, in lingua originale e sottotitoli in italiano con il coinvolgimento delle comunità locali sia nella scelta delle pellicole che nella realizzazione del progetto.

L’edizione 2009, che ha preso il via venerdì 28 agosto, prevede la proiezione di 20 pellicole provenienti da Albania, Bosnia, Egitto, Iran, Italia, Marocco, Messico, Perù, Romania, Taiwan, Tunisia, di cui 3 prime nazionali (“Nunta muta” (Romania), “Rudo y Cursy” (Messico), “Hassan wa Morqos” (Egitto)) e 6 non distribuite in Italia (“Casanegra” (Marocco), “La telé arrive” (Tunisia/Francia), “MaRock” (Francia/Marocco), “Secret” (Taiwan), “Kronike provinciale” (Albania/Francia), “El destino no tiene favoritos” (Perù)).

Le pellicole selezionate, grazie ad un lavoro di inchiesta sul territorio avviato a inizio marzo al quale hanno partecipato associazioni migranti e non, organizzazioni, amministrazioni locali, singoli soggetti e gruppi informali, in modo da approfondire le conoscenze dei gusti cinematografici e dell’immaginario delle varie comunità presenti, seguono tre temi principali:

  • VIAGGIO NEL TEMPO. Tre film per viaggiare nel tempo: in Il mafioso e Signore e signori verso l’Italia degli anni Sessanta in due classici della commedia all’italiana; in Nunta muta verso il regime di Ceasescu e gli effetti di un evento storico come la morte di Stalin sulle vite di una giovane coppia e delle loro famiglie in un villaggio rurale della Romania .

  • IL DIALOGO INTERCULTURALE E INTERRELIGIOSO. Kronike provinciale è una commedia ambientata in una cittadina dei balcani in cui il dialogo tra le religioni viene trattato con delicatezza; Hassan wa Morqos è un’esilarante commedia sugli equivoci nelle relazioni tra musulmani e cristiani in Egitto, interpretata dalle due star del cinema egiziano Adel Imam e Omar Sharif; Gori vatra tratta il tema drammatico dei conflitti di identità e delle conseguenze della guerra nei balcani.

  • IL POTERE DEI MEDIA. Due satire sullo strapotere dei media ambientate in contesti diversi: il Perù delle telenovelas in El destino no tiene favoritos e la Tunisia rurale in La telé arrive.

    Per la prima volta saranno proiettati dei cartoni animati, per venire incontro alle esigenze anche del pubblico giovane.

    CINEMA inSTRADA 2009 non è solo proiezioni ma un vero festival di popoli: nelle serate di inaugurazione delle quattro piazze spettacoli di teatro di strada (con i torinesi Fratelli Ochner e i keniani Afro Jungle Jeegs) e momenti di convivialità con aperitivi organizzati da diverse associazioni di quartiere.

    Tutte le proiezioni e gli eventi sono ad INGRESSO GRATUITO.

    PROGRAMMA:

  • PIAZZA CERIGNOLA anche detta PIAZZA FORONI

    Lunedì 31 agosto

    21.00 Prima nazionale: Rudo y Cursy di Carlos Cuarón, MESSICO 2008.

  • PIAZZA ASTENGO ex PIAZZA FALCHERA

    venerdì 4 settembre

    19.30 Serata d’apertura: aperitivo a cura del Comitato per lo sviluppo della Falchera

    20.30 Il campo nomadi di Giuseppe Laganà, ITALIA 2003, 26′

    21.00 Figli di Annibale di Davide Ferrario, ITALIA 1998, 92′

    con Diego Abatantuono, Silvio Orlando, Flavio Insinna, Valentina Cervi.

    sabato 5 settembre

    20.30 Cartoni animati

    21.00 Prima nazionale: Hassan wa Morqos di Ramy Imam, EGITTO 2008, con Omar Sharif, Adel Imam, Lebliba, Hana El Shorbagy.

    domenica 6 settembre

    20.30 Cartoni animati

    21.00 Gori vatra (Benvenuto Mr. President) di Pjer Žalica, BOSNIA ERZEGOVINA/TURCHIA 2003, con Enis Bešlagic, Bogdan Diklic, Saša Petrovic, Izudin Bajrovic

  • PIAZZA DELLA REPUBBLICA – tettoia dei contadini

    mercoledì 16 settembre

    19.30 Serata di apertura, aperitivo

    21.00 Non dire Gatto di Giorgio Tirabassi, ITALIA 2001, con Natale Tulli e Roberto Nobile.

    21.30 MaRock di Laïla Marrakchi, FRANCIA/MAROCCO 2005, con Morjana Alaoui, Matthieu Boujenah, Assaad Bouab, Razika Simozrag.

    giovedì 17 settembre

    20.30 Afro jungle jeegs, spettacolo di acrobatica e danze africane

    21.00 Secret di Jay Chou (Zhou Jielun), TAIWAN 2007, con Jay Chou (Zhou Jielun), Kwai Lun-Mei (Gui Lunmei), Antony Wong (Huang Qiusheng), Alice Tzeng (Zeng Kaixuan)

    venerdì 18 settembre

    20.30 Incontro con Ylljet Aliçka, sceneggiatore del film, Nausika Spahia, Console Generale dell’Albania a Milano e Benko Gjata, giornalista.

    21.30 Kronike provinciale (Preghiera d’amore) di Artan Minarolli e Ylljet Aliçka, ALBANIA/FRANCIA 2009, con Tedi Papavrami, Arta Dobroshi, Ndriçim Xhepa

    di Stefania Martini