Chirurgia Bonsai per i cardiopatici

maggio 2, 2001 in Medley da Redazione

Entra in funzione il primo robot cardiochirurgico del Piemonte per l’esecuzione di interventi al cuore senza apertura della cassa toracica. Si chiama «Da Vinci System», arriva dalla California e con una formula di leasing assolutamente innovativa è stato affidato agli specialisti del Cardioteam della Clinica Pinna Pintor, un’équipe cardiochirurgica specializzata in interventi di chirurgia endoscopica mini-invasiva diretta dal professor Marco Diena. L’apparecchiatura, la quinta introdotta in Italia, è già entrata in funzione in una sala operatoria della Clinica e rappresenta un avanzamento importante per la sanità piemontese.

Memtre fino ad ora l’introduzione del by-pass coronarico o di una valvola mitralica comportava un’incisione di 5 o 6 centimetri per l’esecuzione a vista dell’operazione, d’ora in poi l’intervento sarà interamente endoscopico. La tecnica consentita dal robot «Da Vinci System» comporta un duplice vantaggio: l’eliminazione del dolore postoperatorio e un recupero molto più rapido dell’efficienza psico-fisica (una settimana invece delle cinque o sei finora richieste).

Il costo dell’operazione è di sei milioni di lire in più rispetto a quella tradizionale ed è a carico di chi si sottopone all’intervento, ma si attende la sottoscrizione di una convenzione con l’assessorato alla Sanità della Regione Piemonte per rendere questa importante innovazione accessibile a tutti i cittadini, aggiungendo una terza conseguenza positiva: la riduzione drastica del costo sociale delle malattie cardiovascolari.

di Mirella Caveggia