Chiara Ragnini: Compagna di viaggio

febbraio 14, 2011 in Musica da Tomas

Chiara Ragnini 2

Ci sono viaggi che ci portano in luoghi meravigliosi senza nemmeno accorgercene, inseguendo un equilibrio mai trovato, immagini e parole che si accavallano e risaltano quell’ impronta poetica difficile da comunicare senza immergersi in un sogno ormai dimenticato. Ci sono viaggi che se non inizi, se non pianifichi, se non insegui a tutti i costi, allora è come se non avessi mai vissuto. Sensazioni che solo la musica ed il giusto equilibrio con la poetica di un testo riescono a riprodurre. Tutto questo attraverso le canzoni di Chiara Ragnini, artista genovese a tutto tondo, capace di rimanere con i piedi per terra, legandosi alla fredda informatica, interpretando la sua vena artistica nello sviluppare tra il 2003 ed il 2009 il portale d’ informazione musicale di Genova. Marco Canepa, produttore artistico genovese la scopre e la segue proprio in quegli anni, fino al 2006, riscoprendone e risaltandone la vena acustica di musicista. E mentre fuori il vento gridava via le sue parole, lei e la sua amata chitarra acustica, Ceanne, incominciavano quel viaggio che aveva sempre sognato fin da adolescente. Dopo un breve periodo di pausa, ritorna nel 2008 da sola, accompagnata da amici musicisti, debuttando con la sua opera prima Wonderland, sotto lo pseudonimo di Ceanne McKee, riuscendo a non far sfumare quel sogno del mattino che appena svegli si vuol ricordare. E così riprende il suo viaggio alla ricerca di quella fruibilità e semplicità che potrebbero portarla lontano, fino a quel palco del Festival che per ora è ancora lì, a pochi passi dalle piazze e dai teatri dove si esibisce. Non vorrebbe sfruttare quei programmi che in questi anni hanno sfornato fenomeni a corto respiro, prodotti con lo stampino da case discografiche pronte solo a investire poco e con poca cura nel tempo, dove sono poche le perle vere che risplendono. Chiara cura da sé la propria immagine, il proprio look, le relazioni con il pubblico e gli addetti al settore, cercando di valorizzare al massimo e con semplicità, ma pur sempre ricercata, il proprio talento calcando quel palcoscenico che non è mai la fine del viaggio. Si muove tutta la città, la neve non fa più rumore sulle labbra ed io rimango ad ascoltare questa melodia che Chiara, in ogni sua certezza, in ogni sua piccola bugia è pur sempre poesia.

Charia Ragnini e Ceanne

Chiara Ragnini

Genovese, classe 1983, autrice e compositrice. Dopo gli studi presso il Liceo Classico Andrea D’Oria di Genova si laurea specialistica in Informatica con il massimo dei voti. Chiara compone testi e musica dall’adolescenza e porta all’ascolto le proprie composizioni riscontrando ottimi consensi da pubblico e critica. Prende parte a importanti rassegne musicali (SanremOFF, Casa Sanremo, Festival Internazionale di Poesia di Genova) e ottiene numerosi riconoscimenti all’interno di festival e rassegne nazionali, fra cui:

  • vincitrice Radar Talent Interceptor (La Stampa) , grazie a cui ottiene una settimana di perfezionamento musicale con compositori, autori e giornalisti (Massimo Cotto, Franco Zanetti, Claudio Buja, Franco Fasano, Alberto Salerno) – 2010, Bergeggi SV
  • vincitrice Premio Sergio Endrigo – Targa Siae al Biella Festival – 2010, Biella
  • terza classificata al Premio Bindi – 2005, Santa Margherita Ligure GE
  • finalista al Premio Janis Joplin – 2010, Asti

    Dal vivo la musica di Chiara è arricchita dalla professionalità ed esperienza di Massimiliano Matis al basso e da Claudio Cinquegrana alla chitarra acustica e classica. Nel 2008 esce Wonderland, sua opera prima, sotto lo pseudonimo Ceanne McKee: 10 tracce di canzone d’autore, pop, rock e contaminazioni d’oltreoceano. La Nostra Canzone ed Estate sono scelte e trasmesse più volte all’interno di Demo – Radio RAI 1. In questo periodo sta lavorando al suo nuovo disco, intitolato Il Giardino di Rose, la cui uscita è prevista per Maggio 2011.

    Ed eccoci qui ad intervistare finalmente questa pregevole artista, immersa nella quiete dopo la tempesta, in un luogo di tranquillità, di ritorno, di realizzazione, dopo Wonderland troviamo Il giardino delle rose, anche se restano pur sempre le spine. Chiara stima ed apprezza artiste italiane come Elisa, L’Aura, Nathalie e Malika Ayane, ma vuole citare, sottolineandone la vicinanza, Cesária Évora, artista capoverdiana capofila della morna , che è anche una canzone di Vinicio Capossela e guarda il caso…

    Artista maschile, chi vorresti essere?

    Vorrei essere Vinicio Capossela: romantico, istrionico, poeta, sensibile, affascinante, dolce, schietto, sincero. Un artista completo, di cui invidio soprattutto il coraggio di darsi appieno, soprattutto durante i concerti, sul palco, al pubblico, senza mezze misure e compromessi, che ha fatto dell’arte la sua vita e della vita la sua arte.

    Qual è quel viaggio che ancora non hai fatto e che vorresti musicare, scrivendo e componendone la musica?

    Il viaggio che mi possa portare alla completezza, sia personale che musicale. Alla stabilità. E’ un viaggio in corso, in costante movimento e alla continua ricerca di se stessi. E’ il viaggio che non ci si stancherebbe mai di fare.

    Hai vinto il Festival di Sanremo…

    Mi sveglio, riposata, un raggio di sole nell’occhio destro e la gola secca. Al mio fianco la mia chitarra, appoggiata comoda sulla poltrona. Le tende sono socchiuse e da fuori ascolto il rumore del mare. Ho un ricordo vago della sera prima, stavo su un palco e il pubblico batteva le mani al suono della mia voce. Poi i sorrisi, i flash, le strette di mano, il caos. La voglia di starmene da sola. La voglia di starmene con le persone a me più care. Realizzo: sono stata premiata. Ho vinto. Il Festival. Di Sanremo. E’ proprio così?

    Sono felice. Ma è come quando si supera un esame difficile, magari l’ultimo. Ce ne saranno ancora molti altri da affrontare e, sinceramente, non vedo l’ora.

    Un grazie a Chiara per la cortese disponibilità e magari ci si risentirà proprio quando trionferà in un futuro Festival.

    Chiara torna a Sanremo grazie alla rassegna SanremOFF organizzata da Pepi Morgia che si terrà dal 12 al 19 febbraio nelle piazze ed i locali intorno al Teatro Ariston, condividendo il palco con i torinesi Emily Novak, i Quinto Spazio e molti altri artisti fra cui Francesco Baccini, Naif e i Jalisse. Chiara presenterà le sue canzoni in chiave acustica accompagnata al basso da Max Matis, dando spazio ai nuovi brani che faranno parte del nuovo album attualmente in lavorazione, intitolato Il Giardino di Rose, la cui uscita è prevista per Maggio 2011.

    sanremOFF

    SanremOFF

    sabato 19 febbraio ore 19.00

    Teatro della Federazione Operaia

    via Corradi 47, Sanremo IM

    ingresso libero

    SITO SANREMOFF

    Chiara Ragnini: chitarra acustica, voce

    Max Matis: basso

    Prossimi concerti

    18 febbraio Will Be Sanremo – FestiCult (con Martino Corti), Villa Ormond, Sanremo (IM) – ore 21:00

    19 febbraio Sanremo Music Awards, Piazza Colombo, Sanremo (IM) – ore 17:00

    19 febbraio SanremOff, Teatro della Federazione Operaia, Sanremo (IM) – ore 19:00

    12 marzo La Notte dei Talenti – Radar Talent Interceptor, Cairo Montenotte (SV) – ore 21:00

    15 luglio Festa del Transito, Rossiglione (GE) – ore 21:00

    Link ufficiali dell’ artista

    Sito Ufficiale: CHIA
    RA RAGNINI


    Facebook: FB FANPAGE

    Reverbnation (audio): REVERBNATION

    Youtube (video): YOUTUBE

    Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .

    di Tomas