Carmen Consoli

luglio 9, 2003 in Spettacoli da Simona Margarino

“…non hai mai sentito dire che la bellezza delle cose ama nascondersi…”

35211(1)

Così si presenta “la cantantessa” sul suo sito ufficiale. L’estetica ha un suo fascino, che sia visivo o di suoni poco importa; conta, invece, quante emozioni essa sa mettere in mostra, la passione di cui si nutre, il senso di libertà che evoca. E di certo difficilmente si può essere indifferenti a Carmen Consoli, con il suo rock aggressivo misto a ballate lente, con voce del tutto peculiare, stile e unicità vocale, sia di interpretazione, sia di composizione, inconfondibili, insieme a realizzazione di cadenze, ritmi, divisioni insolite per melodie tipicamente Italiane.

La ricchezza del linguaggio dei testi di questa cantautrice, forse fertile retaggio delle origini Siciliane, si intreccia all’allegra melanconia del sole e l’aridità della sua terra, piena di superstizione, contraddizioni, umorismo velato di tristezza, tenacia e orgoglio. La “fanciulla con chitarra” –come la chiama nella biografia Federico Guglielmi- ha duettato nel tempo con molteplici artisti (Battiato, Mario Venuti, Nathalie Merchant, La Crus, Irene La Medica, Paola Turci, Lucio Dalla, Max Gazzè, Ron, Luca Madonia) e l’esperienza maturata ha fatto sì che oggi possa rissumere in sè i migliori aspetti delle armonie internazionali e della tradizione insulare, con un pronunciato accento sulla “raggiante Catania”.

Il concerto, che si terrà giovedì 10 luglio al Palastampa nella rassegna di Torino ExtraFestival, ripercorrerà in parte tratti di una breve ma intensa carriera, passata attraverso diversi stadi: dagli esordi nella band Moon Dog’s Party (improntata su cover dei Jefferson Airplane, Tina Turner, Otis Redding, Janis Joplin), al primo viaggio a Roma dopo essere stata notata -a 15 anni- dal produttore dell’etichetta Cyclope Records, dall’amore per il blues e la musica nera ispiratole dal padre chitarrista al debutto a Sanremo con “Amore di Plastica” nel 1996, dalla stesura del singolo “L’ultimo bacio”, che diventa l’ispiratore e la colonna sonora dell’omonimo film di Gabriele Muccino (con Stefano Accorsi e Giovanna Mezzogiorno), sino all’ultimo “L’Eccezione”, album “nato da giorni di lavoro con musicisti e collaboratori in una casale dell’Ottocento alle pendici dell’Etna, con tanti alberi da frutto sui quali ci arrampicavamo per prendere ciliegie e fichi”*.

*Intervista a F.Mineo, Mybestlife.

Palastampa

Corso Ferrara, 30 (Zona Stadio delle Alpi), Tel. 011.455.90.90

Tel/Fax 011.455.15.63

Inizio spettacolo h. 21.00 del 08/07/2003, apertura biglietteria h. 19.00

Biglietto: 13 euro + 2.50 di prevendita.

Ingresso gratuito per i portatori di handicap; sconti per Under 20, Over 65 e ai possessori di Carta Musei, Carta CTS, soci FNAC.

Informazioni: http://www.extrafestival.com – www.ticketone.it

Prossime date

11/7/2003 Mantova

12/7/2003 Pordenone

17/7/2003 Matera

19/7/2003 Vivitanova Marche

25/7/2003 Napoli

26/7/2003 Catania

27/7/2003 Palermo

Web site: http://www.carmenconsoli.it

Discografia

1996 Due Parole

1997 Confusa e Felice

1998 Mediamente Isterica

1999 Stato Di Necessità

2000 Etat De Necessitè

2001 Lantiteatroelabambianaimpertinente

2002 L’Eccezione

di Simona Margarino