Canto d’Addio per Gianpiero Del Mastro cavaliere di Alpitrek

febbraio 22, 2008 in Poesie da Redazione

gianpiero_del_mastro AlpitrekFebbraio 2008, è morto Gianpiero del Mastro, Dal 1982 al 1990 abbiamo cavalcato ininterrottamente insieme sulle montagne occidentali. Ora è tornato a casa.

by Mauro Ferraris

Gli Uroni credono che le anime degli uomini diventino stelle

dopo la loro morte
.

Di sera.

Tornando a casa viene a volte nostalgia per i bivacchi,

bivacchi solitari e impauriti, bivacchi sereni in compagnia.

Un fuoco, un riparo (dal vento), riposare(addirittura) una notte intera quasi al sicuro, al sicuro

dalle cose scure che “svolazzano nel buio”.

Sonno nell’incomprensibile stupendo universo.

Gli Uroni credono che le anime dei loro morti abbiano un

posto preciso nel cielo, vicine come erano nel mondo

“rifratto”: il nostro.

Talmente vicine da formare la scia luminosa della Via

Lattea.

Gli Spiriti degli Uroni, di tutti gli Uroni,

brillano là, e più numerosi muoiono,

più la via brilla

e più brilla e più è bella per noi
.

Ossuta seducente sfiora, ricorda che il nostro è un lieto

destino, ferma serena tragica allontana il dolore, avvicina

lo Spirito.

Di sera

Con un lieve rimpianto ci addormentiamo nella casa

dell’uomo.

A volte il vento è dalla nostra parte, sbatte il cielo per

terra permettendoci di riposare tra le stelle e i nostri

morti.

Gli Uroni credono che le anime degli uomini diventino stelle

dopo la loro morte
.

di Mauro Ferraris e Alpitrek