Camolese contro la sua Lazio

gennaio 22, 2002 in Sport da Giovanni Rolle

Nel commentare il primo successo esterno del Torino in campionato, Giancarlo Camolese ammette che per una volta la dea bendata non è stata avversa ai colori granata: “Proprio nella trasferta dove la squadra si è espressa meno bene abbiamo portato a casa i tre punti che avremmo maritato in altre occasioni. Anche se contro il Brescia siamo stati abbastanza ordinati, non siamo riusciti a proporci nelle ripartenze come avremmo dovuto fare, potendo sfruttare le caratteristiche tecniche di alcuni nostri giocatori.

C’è stata parecchia imprecisione ed abbiamo subito la rete del vantaggio locale per una nostra distrazione, su una palla inattiva. Tuttavia, i nostri giocatori sono stati abili a non perdere la testa ed inoltre nella nostra vittoria sono stati determinanti i cambi, anche se devo dire che chi ha giocato dall’inizio non ha affatto demeritato. Un elogio particolare lo merita Osmanovski, che si è mosso molto bene, dando una mano a Maspero in fase di impostazione. Per quanto riguarda le cose che non hanno funzionato, avremo una settimana per lavorarci”.

Nonostante la vittoria di Brescia non sia stata esaltante dal punto di vista estetico, è comunque servita a portare il Toro in piena zona Cimminelli. Camolese si gode la classifica, senza tuttavia esaltarsi: “Ci fa piacere guardare la classifica da questa posizione. Essere ultimi nella parte sinistra della classifica fa un certo effetto, tuttavia non dobbiamo dimenticare che il nostro sarà un campionato di sofferenza fino all’ultima giornata e che la classifica è molto corta e bastano un paio di risultati negativi per ritrovarsi all’Inferno. E’ chiaro che da parte nostra faremo il possibile per rimanere dove siamo”.

Ad aiutare il tecnico granata a rimanere con i piedi per terra contribuiscono le prossime due partite, che vedranno i granata affrontare in sequenza la Lazio al Delle Alpi e l’Inter a San Siro: “Da ex laziale avverto in modo particolare la sfida con i biancocelesti, anche se devo ammettere che avrei preferito affrontare la squadra di Zaccheroni in un altro momento. La Lazio sta attraversando un momento delicato per via della contestazione dei tifosi e pertanto domenica saranno particolarmente determinati nel portare a casa l’intera posta. Dovremo stare attentissimi a non concedere spazi ad una formazione che ti lascia giocare, pronta a castigarti alla prima occasione. Il campionato ha dimostrato che anche le squadre di vertice, comprese Inter e Roma, stanno molto attente a non scoprirsi”.

Oggi il Torino sarà impegnato in un’amichevole ad Imperia. Allo stadio “Ciccione” è in programma un triangolare con tre partite di un tempo ciascuna, che vedrà in campo, oltre ai granata, la formazione locale ed i romeni del Timisoara. Il calcio d’inizio è fissato per le ore 15 con Imperia-Timisoara. Camolese avrà modo di valutare le condizioni di Franco, che dovrebbe essere in campo per tutti i 90′ minuti. I granata si fermeranno il Liguria almeno fino a giovedì sera.

Nell’allenamento di ieri ad Orbassano era assente Venturin, febbricitante, mentre Delli Carri è stato sottoposto a delle cure per un problema al ginocchio sinistro.

di Giovanni Rolle