Calcio a 5

novembre 13, 2001 in Sport da Redazione

Serie A1

Invertire l’inerzia di un campionato che sta continuando sotto i peggiori auspici diventa sempre più difficile per il Torino. I gialloblù, infatti, hanno rimediato a Pescara il settimo ko in otto turni di A1: 5-3, con reti decisive degli abruzzesi negli ultimi due minuti di gioco. Una costante questa, che si ripete ormai con puntualità in ogni occasione. Delle sette sconfitte patite, infatti, soltanto una è stata netta (quella in casa con Padova), per il resto il Torino ha sempre ceduto ad un passo dal traguardo. Evidentemente non può essere solo sfortuna. Non è bastato ad invertire la tendenza l’ingresso in rosa dell’italo-argentino Bresciani. La squadra, con diversi ultratrentenni in campo, avrebbe bisogno di almeno altri tre cambi di esperienza in grado di garantire freschezza ai gialloblù nei momenti decisivi. Invece in questi primi due mesi di campionato questo è mancato completamente.

In realtà il Torino a Pescara ha fatto un buon match, passando in vantaggio per primo con capitan Vassallo, tornando in vantaggio nella ripresa con bomber Granata (decimo sigillo stagionale e secondo posto nella classifica cannonieri) e pareggiando sul 3-3 a 6’ dalla fine ancora con Vassallo. Poi l’uno-due finale degli abruzzesi ha mandato i gialloblù al tappeto. In realtà la classifica non è lunghissima nella parte bassa e basterebbe poco a raddrizzare una situazione che diventa sabato dopo sabato sempre più desolante: ultimo posto ormai fisso, nonostante l’ottavo attacco del torneo (27 gol fatti) e la terzultima difesa (34 subiti). La società in settimana potrebbe decidere di cambiare la conduzione tecnica della squadra per dare uno scossone all’ambiente: Marco Frattin, per altro, nelle ultime settimane è apparso davvero demoralizzato. Capitan Vassallo invita comunque a non mollare: “A Pescara abbiamo fatto una buona gara- ha detto Vassallo- Si sono visti dei passi avanti. Errori arbitrali a parte, forse negli ultimi minuti ci assale la paura di perdere e puntualmente prendiamo gol. Non dobbiamo mollare. Dobbiamo cercare di vincere un paio di partite e le cose cambieranno”. Oltre alla paura di perdere, il capitano porta altre ragioni per spiegare questi continui cedimenti finali: “Quasi tutte le altre squadre sono ormai realtà di fatto professionistiche, con molti stranieri e rose di altissimo livello. Noi invece non abbiamo molti giocatori esperti della categoria e a Torino una preparazione quasi professionistica al campionato è pressoché impossibile”.

In effetti il Torino è l’unica squadra di A1 a non avere uno stesso impianto per allenamenti e partite, e in due mesi ha cambiato due terreni di gioco: Charvensod e Palavela. Di quello che doveva essere il palazzetto vero di casa, in Via Moncrivello, si sono perse le tracce.

Fas Pescara- Torino 5-3 (p.t. 0-1)

Fas Pescara: Scordella, Palusci, Cesetti, Tomasetto, Vicentini L., Rosa Welington, D’Alò, Paulinho, Rossi, Zacchini, Leone, Tuccella. ALL. Roma

Torino: Bassani, Visconti, Bongiovanni, Capogna, Cucinotta, Garcias, Vassallo, Bresciani, Durante, Granata, Garofoli, Zucco. ALL.: Frattin

Arbitri: Cervone (AV) e Rossi (Nola)

Marcatori: 15° Vassallo (T); nel s.t. 36″ Vicentini L. (P), 1° Granata (T), 2° Rosa Welington (PE), 4° Tomasetto (PE), 14° Vassallo (T), 18° Zacchini (PE), 19° 59″ Vicentini L. (PE)

Ammoniti: Palusci, Tomasetto, Bresciani, Capogna, Granata

Ottava Giornata

Bnl-Roma 3-2, Bellona-Genzano 3-3, Cagliari-Augusta 3-2, Ciampino-Chieti 4-4, Lazio-Padova 2-2, Pescara-Torino 5-3, Prato-Bergamo 9-2, Reggio Calabria-Amalfi 5-3.

Classifica

Prato 20; Bnl 19; Augusta 16; Amalfi 15; Cagliari 14; Padova, Pescara 13; Lazio 12; Reggio Calabria 10; Chieti, Ciampino 9; Genzano, Bellona, Bergamo 6; Roma 4; Torino 3.

Prossimo Turno

Augusta-Prato, Bnl-Reggio Calabria, Bergamo-Pescara, Chieti-Bellona, Genzano-Torino, Padova-Ciampino, Roma-Lazio, Amalfi-Cagliari.

Serie B

Il Piemonte resta solo al comando del campionato cadetto grazie al quinto successo in cinque turni ottenuto al Palavela contro il Pisa. Vito Cucco e compagni hanno rallentato in fase di realizzazione, ma hanno conquistato comunque i tre punti consentono di continuare la corsa di testa: 5-3 contro gli ostici toscani. Il Piemonte è l’unica squadra ancora imbattuta del torneo.

Delle altre torinesi, solo il Cesana va a segno, a Cormano contro la Domus fanalino di coda. Pesante stop casalingo a Mappano per il Bubalo di Virardi che perde 7-5 lo scontro-salvezza con il Sub Milano. Ottimo pareggio esterno a Milano infine per l’Executive Settimo: 2-2 con il Valprint in corsa per le zone alte della graduatoria.

Sabato prossimo doppio derby: Piemonte-Bubalo al Palavela e Executive-Cesana a Settimo.

Quinta giornata

Bubalo-Sub 5-7, Piemonte-Pisa 5-3, Domus-Cesana 2-6, Gordona-S.Lorenzo 5-3, Livorno-Follonica 2-6, Valprint-Executive 2-2.

Classifica

Piemonte 15; Gordona 12; Valprint 10; Cesana, Livorno 9; Executive, Follonica 7; S.Lorenzo, Sub 6; Pisa 4; Bubalo 3; Domus 0.

di Luigi Schiffo