Brividi per Donati & Olsen

febbraio 12, 2003 in Spettacoli da Stefania Martini

33585(1)

Dopo lo spettacolo presentato a ottobre, naturalmente allo Juvarra, ritorna la sempre sorprendente Compagnia Donati & Olsen, che ripropone uno dei suoi cavalli di battaglia: Buonanotte Brivido. Questo spettacolo, scritto da Giorgio Donati, Jacob Olsen e Ted Keijser, fu proposto per la prima volta nel 1989 ed accolto con grande entusiasmo dal pubblico e dalla critica. Sul palcoscenico, Iaon Gunn accompagna la coppia Donati-Olsen; la regia è affidata a Giovanni Calò.

Uno studio radiofonico, un radiodramma poliziesco. Siamo all’ultima puntata della serie “Buonanotte brivido” e anche questa sera i radioascoltatori sono inchiodati alle loro poltrone in casa, o incollati alle loro radioline in strada. Tutti vogliono sapere chi è il pluriomicida ricercatissimo dalla polizia di Wuerstenbach, il perché delle tracce di fango e dei garofani vicino alle sue vittime, come mai la strana influenza con i tramonti di fuoco…

Il sipario si alza. Al centro del palco c’è un grande tavolo cosparso di copioni sovrastato da un microfono verso il quale i tre attori dirigono le loro voci e i suoni ricavati da un batteria di fischietti, sirene e scatole a percussione.

Il commissario Blumenfeld nutre forti sospetti su un personaggio dalla vita bizzarra che, nonostante l’apparenza da rispettabile impiegato, si tradirà mettendo allo scoperto la sua vera vocazione: sterminare casalinghe.

Dallo studio radiofonico partono urla lancinanti, la rumoristica evoca lotte furibonde fra l’omicida e le vittime, le voci degli attori danno vita ad estenuanti interrogatori.

Lo spettacolo è caratterizzato da una fantasia inesauribile di effetti sonori, voci e rumori, prodotti con oggetti semplici e disparati, poco “tecnologici”; di scambi fra gesti e suoni spesso scorrelati tra di loro, che disorientano lo spettatore, il quale rimane come spaesato dalla mancanza di sintonia tra ciò che si vede e ciò che si sente. Ma è proprio questo l’ingrediente principale che scatena una comicità surreale, coinvolgente e contagiosa.

E i tre sono straordinari nel reggere i fili di questo gioco stralunato: non sono soltanto bravi attori, irresistibili nelle controscene, ma si dimostrano eccellenti rumoristi e buoni musicisti. (La Stampa, 18 novembre 1989)

Buonanotte Brivido

Dall’11 al 16 Febbraio, ore 20.45.

Teatro Juvarra, via Juvarra 15 – Torino.

Tel. 011/ 540675 – Fax 011/5175084

di Stefania Martini