Bravograzie

dicembre 27, 2004 in Spettacoli da Adriana Cesarò

Sabato 18 dicembre, al Palais di Saint Vincent, si è svolta la finalissima della dodicesima edizione di BravoGrazie, vinta dal siciliano Francesco Rizzuto con ben 244 fiches. La votazione, è stata espressa da ogni spettatore, attraverso l’introduzione di una vera fiche del Casinò, nell’urna del comico preferito. Francesco Rizzuto arriva dalla selezione vittoriosa del concorso “La Lisca” di Genova. Il prossimo tormentone televisivo sarà sicuramente il personaggio interpretato dal bravo comico: un simpatico vigile palermitano che si confronta con i colleghi che dirigono il traffico di Milano. La serata, presentata dalla bravissima Federica Panicucci, è stata molto divertente, ricca d’umorismo e all’insegna della risata, scaturita dai bravi finalisti. I Tressardi, vincitori della scorsa edizione di Bravograzie, hanno aperto la serata con le loro divertenti canzoni di “Radio Lontana solo musica isolana” passando così lo scettro della celebrità al vincitore. Secondo classificato il comico Nando Timoteo con 233 fiches (Premio Massimo Troisi di San Giorgio a Cremano NA e Premio Crepapelle Cagliari), le sue “specialità” sono le domande cui bisogna rispondere nei questionari di ammissione al servizio militare. La terza classificata, Giulia Ricciardi ha ricevuto il premio della critica, Ettore Petrolini per aver presentato il miglior testo. BravoGrazie, già nel nome rende omaggio a Ettore Petrolini, precursore ineguagliabile del cabaret, al quale è intitolato il premio assegnato alla brava comica già vincitrice del “Teatro in cabaret” di Catania.

Bravo_Grazie

La Giuria era preseduta da Vincenzo Cerami, Silvia Lessona (La Repubblica), Enrico Martinet (La Stampa), Piero Minuzzo (Ansa), Ottavio Rossani (Il Corriere della Sera). Durante la serata, sono saliti sul palco Enrico Bertolino e la presentatrice Rai, Rosanna Vaudetti, premiata e omaggiata con una “Statua della fortuna” dal Casinò de la Valleè con la motivazione di: “Amica della Val d’Aosta. Intermezzi musicali e balletti, capitanati dal bel Valerio Pina (ballerino di Amici di Maria De Filippi), hanno caratterizzato la Champions League del Cabaret con l’esibizione di tutti i finalisti come: Angelino (Comunque Anomali Torino), impersona un ragazzo di periferia molto sfortunato. Salvo Spoto (Sabot d’Oro Champoluc AO), esperto, di navigatore satellitare soprattutto quelli dei divi. Francesco Friggione (Anacapri Cabaret Festival Anacapri Napoli), giovane e sfortunato gigolo. Trepperuno (Adriatica Cabaret Lanciano CH) Mago Ciro, indovino telefonico. Carlo Della Santa (Festival Cabaret Manciano GR), mimo, con infiniti problemi con gli scatti fotografici. Divertenti intermezzi hanno presentato i cloni di Dolce&Gabbana e delle sorelle Lecciso. La direzione artistica di Bravograzie è affidata ai fratelli Claudio e Vincenzo Calì e Carlo Aluffi. L’evento, Patrocinato dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta e dal Casino de la Vallée, andrà in onda su Rai2, in tre puntate, nel mese di gennaio 2005.

di Adriana Cesarò