BigMat: +6

gennaio 13, 2003 in Sport da Enrico Zambruno

33150

Nella partita più importante della giornata, che vedeva di fronte le due prime squadre del campionato, la BigMat Chieri sfodera una delle migliori prestazioni stagionali, vincendo 3-1 sul campo di Molinetto di Mazzano contro le padrone di casa del Meccanica Piemme e staccandole così di sei lunghezze.

Un titolo d’inverno più che meritato per le collinari, che hanno raggiunto quota 39 punti in quindici partite, con una media di 2.6; la trasferta in Lombardia era da annoverare tra le più difficili della stagione, sia per la consistenza del team di Marcello Abbondanza e sia per il fatto che il Mazzano, sul campo amico, non perdeva da circa un anno e mezzo.

Carlo Parisi, coerente con le scelte fatte dall’avvio di stagione, opta per il solito sestetto con Ferretti, Perona, Vincenzi, Moraes, Soucy e Siciliano, con l’aggiunta di Maurizia Borri nel ruolo di libero. Non in perfette condizioni fisiche Cinzia Perona, comunque regolarmente in campo.

Partenza aggressiva delle locali, avanti 4-1 con immediati attacchi vincenti del duo cinese Wen Li Pan e Aihua Qui. L’altalena del set sarà però a predominare, senza che nessuna delle due squadre prenda il sopravvento: in vantaggio 21-19, Chieri si fa raggiungere 24-22, prima di recuperare con una conclusione dalla seconda linea della Soucy. Il muro Qui/Serafini mette però il sigillo al 26-24 per le lombarde, più “cattive” nel momento clou.

Altro approccio quello della BigMat nella frazione successiva: le lunghezze di differenza salgono subito a 4, forti dei lungolinea di un’impeccabile Siciliano e dei palleggi della Ferretti ben sfruttati dalla Moraes. Massimo vantaggio biancoblu 12-5 (ace Ferretti), poi tre battute in salto della Lugli riportano Mazzano vicino a Chieri (14-11). Sul 17-13, il diagonale di Barbara Siciliano colpisce sul viso Wen Li Pan, costringendola ad uscire fino alla fine del set. Sul 22 pari, il carattere delle chieresi, sorrette da oltre duecento tifosi al seguito, viene alla ribalta e con un tris consecutivo della “glaciale” Soucy riporta in pareggio il conto dei set.

L’allungo decisivo, ovvero la frazione che più ha visto il distacco tra bresciane ed ospitanti, è stato quello che si è visto nel terzo set, 25-13, dominato a lunghi tratti da Franco e compagne. Non bastava al Mazzano il rientro della cinese Pan: Siciliano sotto rete e Vincenzi a muro (4 decisivi nel finale) mettono la BigMat in condizione di poter vincere un solo set per portare a casa l’intera posta in palio.

Tre punti che arrivano con il 25-22 del penultimo disponibile, frutto della coralità del gruppo a partire dal 17-17 di metà parziale. Ancora la Soucy era la più servita dagli assist della Ferretti, abile come la compagna canadese anche a battere in salto. Il muro della Moraes e il diagonale della Siciliano firmavano la resa delle mazzanesi ed innescavano la festa dei supporters biancoblu al seguito.

Il 3-1 di domenica sera è il quinto successo consecutivo per la BigMat, che attende tra le mura amiche di Villa Brea (ore 17,30) domenica prossima una delle candidate numero uno per la promozione nella massima serie: il Famila Imola.

Vista la classifica dopo il girone d’andata, la BigMat Chieri affronterà nei quarti di coppa Italia il Terra Sarda Tortolì, la squadra peggio piazzata in classifica tra le otto che hanno conquistato l’accesso al secondo turno. Appuntamento previsto per il 22 gennaio in Sardegna e per il 5 febbraio in Piemonte.

Meccanica Piemme Mazzano – BigMat Chieri 1-3

(26-24, 22-25, 13-25, 22-25)

  • Durata set: 23’, 28’, 22’ 27’.

  • Meccanica Piemme Mazzano: Zambelli (L), Gioria, Li Pan 16, Poggi ne, Baldizzone 3, Conti, Serafini 8, Lugli 9, Qui 22, Benedetti 3. All. Abbondanza.

  • BigMat Chieri: Caloro, Burzio ne, Gioria ne, Soucy 18, Siciliano 12, Ferretti 5, Franco ne, Bottini ne, Moraes 18, Borri (L), Perona 9, Vincenzi 11. All. Parisi.

  • Arbitri: Zecchini e Gnani.

    di Enrico Zambruno