Barcamp letterario a Torino

maggio 9, 2007 in Attualità da Claris

litcamp logo

Che cos’è un BarCamp?

Che cos’è un LitCamp?

Guardate, non lo so, o meglio, fino a poche ore fa ignoravo del tutto l’esistenza di questi termini, ma poi un amico, che è anche un giurato del nostro concorso Sudate Carte mi ha detto “Fai un salto al LitCamp sabato, vero?’.

Lasciamo stare lo sguardo perplesso, e un po’ stupito… l’unica parola proferita è stata un ‘Che?’.

Bene, l’amico stava lavorando per la sua radio e non aveva altro tempo da dedicarmi, quindi… ricerca su internet! Ed allora ecco scoperta questa meravigliosa iniziativa.

Sabato 12 maggio, dalle 10 alle 18, presso il Circolo dei Lettori di Torino situato nello storico Palazzo Graneri della Roccia in via Bogino 9, si terrà “La Rete dei Segni”, primo litcamp (barcamp letterario) italiano sul tema di come cambia la scrittura e l’editoria all’epoca di internet. (vedete che internet torna?…)

L’evento si svolgerà in contemporanea con la Fiera del Libro di Torino per garantire la possibilità ai visitatori della Fiera di partecipare al Litcamp e viceversa.

Un BarCamp è un evento, molti lo definiscono una non-conferenza, dove non ci sono spettatori ma solo partecipanti, un incontro con discussioni aperte e libere, con lo scopo di comunicare, presentare ed apprendere fra i presenti. Il fenomeno dei barcamp sta crescendo in Italia: da Milano, a Roma, a Torino, Bologna e l’ultimo svoltosi a Genova.

I primi barcamp trattavano argomenti prettamente legati alla tecnologia e al web. Ora si stanno programmando barcamp tematici, specialistici, verticali i cui le comunità di addetti al lavoro di particolari argomenti o tematiche si confrontano fra di loro. Tutti i partecipanti possono preparare un intervento, una presentazione, una discussione o partecipare a quelle degli altri.

Al LitCamp Torinese partecipano scrittori, poeti, giornalisti, editori, blogger e lettori, in una sfida alla realtà e al sogno della scrittura sul web. Si parlerà di fan fiction, di nuova poesia, di scritture collaborative, di libera editoria, di scrittura come di segno, di riviste online, di scritture al femminile, del confine tra editoria cartacea e scrittura in rete, e degli altri oggetti connessi.

La partecipazione al litcamp è come la scrittura: libera, possibile, e aperta a tutti anche perchè con la rete siamo tutti scrittori, tutti lettori, tutti editori, tutti giornalisti. Il Litcamp si svolge nella stessa giornata del BarCampMatera e per la prima volta in Italia due BarCamp diventeranno uno solo grazie a un collegamento in diretta che manterrà in costante contatto Matera e Torino.

Fra i presenti al Litcamp molti dei più conosciuti blogger e blogger letterari italiani che sono orami personaggi famosi anche in campo letterario o giornalistico, i rappresentanti di editori on-line e cartacei.

Fra i presenti, guardando il programma su

http://litcamp.wordpress.com/programma/

ho scoperto che rivedrò un amico Demetrio Paolin, scrittore, che non incrocio da tempo, che capirò qualcosa di più sulle dinamiche dello sviluppo della Poesia Italiana Contemporanea nell’ambito dei nuovi media, che scoprirò i vincoli della proprietà intellettuale e del self-publishing, che afferrerò il concetto che la narrativa può essere uno strumento di seduzione….

E poi si potranno scambaire esperienze su tante altre cose sulle riviste on-line e cartacee, sui percorsi alternativi di pubblicazione, sui blog, tra informazione e moderazione (ah, quest’ultimo intervento lo farò Vittorio Pasteris, l’amico giurato giornalista organizzatore…. di cui alle prime righe!).

E fra i presenti, allora, perché non dire qualcosa anche di Sudate Carte, un’esperienza nata per caso una sera con quattro amici e che venerdì 31 maggio alle ore 11.00 al Castello del Valentino di Torino vedrà la conclusione del suo quinto ciclo con la cerimonia di premiazione del concorso 2007 e la presentazione del volume con le opere vincenti?

Insomma, a sabato…

di Claris