Barbera del Piemonte: un vino che ha fatto la storia…

maggio 24, 2010 in Enogastronomia da Redazione

Barnaresco notturnoNell’attesa di scoprire, sperando di riuscirci, se si dice il Barbera o la Barbera (vexata quaestio, anche se tutti i grandi esperti giurano che sia femmina…) prepariamoci ad uno degli avvenimenti vinicoli piemontesi più importanti dell’anno, e cioè la presentazione della Barbera d’Asti Superiore Nizza 2007, che si terrà ad “Orizzonte Nizza”, presso il Foro Boario di Nizza Monferrato i prossimi lunedì 24 e martedì 25 maggio. Due giorni di convegni e degustazioni per omaggiare il vino più importante del Piemonte nella sua versione più nobile, cioè quella DOCG meritatamente conquistata dal 2008: una ricchezza di questa terra da tempo immemorabile, e non solo per i buongustai. Racconta infatti Paolo Diacono, lo storico dei Longobardi, che la vittoria sui Franchi nella battaglia di Refrancore del 663 fu dovuta, oltre che al valore militare, anche alle anfore piene di Barbera che erano state strategicamente abbandonate nella notte precedente nelle vicinanze dell’accampamento nemico. E se quel vino superbo fece un tale effetto sui Franchi, che pure a bere bene erano abituati, che altro si può aggiungere?…

Quest’anno la Barbera d’Asti Superiore Nizza 2007 si presenta come un vino particolarmente ricco di estratti e destinato a un’evoluzione più lenta del consueto. L’estate 2007 infatti ha avuto caratteristiche climatiche un po’ diverse dalla norma. A un inverno ricco di neve e ad una primavera ricca di pioggia è infatti seguita un’estate caratterizzata dalla quasi totale mancanza di piovosità. Per fortuna le piante avevano immagazzinato sufficiente acqua da poter poi superare i mesi estivi senza problemi di stress idrico, ma la vendemmia è risultata anticipata di circa 15-20 giorni. Nella zona di produzione della Barbera d’Asti Superiore Nizza alla fine di settembre tutte le uve erano già nelle cantine. Secondo il Presidente dell’Associazione Produttori del Nizza, Gianluca Morino, la Barbera d’Asti Superiore Nizza sarà dunque un vino destinato a dare grandi soddisfazioni nel tempo, con ottime prospettive evolutive in bottiglia.

Allora non ci resta che prepararci: il/la Barbera dei prossimi anni ce la siamo assicurata!

Per informazioni e/o prenotazioni:

Fuori Casa p.r. di Caterina Andorno

Cell. 347 0423305

e-mail: [email protected]

di Silvana Delfuoco