AUTO-MOBILE

novembre 6, 2005 in Arte da Redazione

A TORINO LA MOSTRA : “AUTO-MOBILE – UN TRATTO CHE HA CAMBIATO LA VITA” CELEBRA I CENTO ANNI DELL’AUTOMOBILE CLUB D’ITALIA

E’ stata inaugurata la mostra AUTO-MOBILE – Un tratto che ha cambiato la vita che l’Aci-Automobile Club d’Italia organizza in occasione del suo centenario a Torino, città dove l’Associazione è nata nel 1905.

La mostra fa parte del programma ufficiale Italyart, Olimpiadi della Cultura di Torino 2006, ed è organizzata con il patrocinio della Città di Torino.

E’ allestita al Museo dell’Automobile “Carlo Biscaretti di Ruffia” (corso Unità d’Italia 40) sino a domenica 19 marzo 2006, dal martedì alla domenica con orario 10-18,30.

La mostra si propone di illustrare i profondi cambiamenti nello stile di vita, di cui l’automobile è stata la grande protagonista. Nell’Ottocento il treno e il telegrafo avevano reso il mondo più piccolo. Nel Novecento l’automobile e il telefono lo hanno fatto implodere su se stesso, rendendo tutti più vicini e più connessi, invadendo gli spazi pubblici, ma anche in quelli privati.

Non tanto l’automobile come mezzo di trasporto di persone e di cose, ma l’automobile come sistema di vita, come visione del mondo. Si è voluto documentare quanto ha a che fare con l’automobile anche in assenza dell’automobile stessa: oggetti della quotidianità, e poi segni, abitudini, comportamenti che dell’automobile hanno interpretato e fatto propri i modi di essere. Di abitare, di imparare, di lavorare, di comunicare, di viaggiare, di sognare.

Auto d’epoca, auto d’artista, auto costruite per la pubblicità, un modello d’auto di Leonardo, e inoltre modellini, giocattoli, abiti, oggetti d’arredamento, quadri e sculture, oltre a immagini storiche e filmati: sono alcuni degli oggetti esposti che presentano l’automobile come importante fattore di evoluzione della società e del costume.

Con riferimento al titolo – “AUTO-MOBILE. Un tratto che ha cambiato la vita”, si può dire che è una mostra su quel “tratto”, piuttosto che su quello che c’è prima e c’è dopo. Anche se prima c’è l’autonomia, e quindi un modo più libero e intraprendente di sentirsi al mondo, e dopo c’è la

mobilità, che costituisce il nuovo scenario di riferimento dell’ACI, l’Automobile Club d’Italia, che ha promosso questa mostra perché nel 2005 ha compiuto cento anni di vita. Raccontati in cento fotografie che alternano la storia dell’automobile alla storia del paese.

In una scenografia coinvolgente, che di per sé ha una carattere espositivo, è stata rimossa ogni distinzione di genere: tutto, dai soggetti agli oggetti, dall’arte colta all’arte popolare, diventa l’alfabeto di un linguaggio che parla di mobilità e di cambiamento, ma anche di memoria e di

tradizione. Su sei grandi palcoscenici le cose recitano la parte delle parole: del modo di vestire e di arredare la propria casa, del modo di giocare, del modo di produrre, del modo di avere relazioni con gli altri, del modo di andare e del modo di tornare presso di sé.

Spiccano gli artisti che si sono resi interpeti di questa conquista territoriale da parte dell’automobile, proiettandola in forme inedite e sorprendenti, come la eccezionale serie di Umberto Boccioni, realizzata proprio all’inizio dei cento anni e proprio per l’ACI. O come i profili urbani di cristallo creati da Luciano Vistosi, che ne trasforma le trasparenze in una lente per vedere più lontano.

Proprio per la sua particolarità, l’ACI ha deciso di fare omaggio del catalogo della mostra a tutti i visitatori. Si tratta di un catalogo che può essere letto come un manifesto o sfogliato come un libro e che contiene il testo del documento per la mobilità responsabile, al quale l’ACI ha

dedicato una delle iniziative culturalmente più rilevanti del suo Centenario.

Nei quasi cinque mesi di apertura della mostra verrà realizzato un programma di eventi coordinato con quello delle Olimpiadi invernali che si svolgeranno a Torino nello stesso periodo.

L’Automobile Club d’Italia, è Fornitore Ufficiale dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006.

Per informazioni

Museo dell’Automobile “Carlo Biscaretti di Ruffia”

corso Unità d’Italia 40 – Torino

Aperta sino a domenica 19 marzo 2006

dal martedì alla domenica con orario 10-18,30.

www.auto-mobile.aci.it

www.museoauto.it

Biglietti: intero 5.50 euro, scuole 2 euro.

Ingresso gratuito per i possessori dell’ Abbonamento Musei Torino Piemonte

di Redazione