Attese cinematografiche

settembre 4, 2002 in Cinema da Redazione

31803Gli ultimi giorni di indolenza agostiana, proiettano i pensieri degli amanti del cinema a rivolgersi a ciò che sarà. Dopo aver evitato per settimane la pagina dei quotidiani sulle programmazioni cinematografiche, non resta che attendere l’inizio della nuova stagione 2002-2003, che qualcuno, da qualche parte sta preparando per noi. Ecco quindi un elenco di alcune delle pellicole che sulla carta, ma presto anche sugli schermi, renderanno omaggio alla nostra presenza all’interno delle sale di proiezione.

  • La casa di distribuzione Medusa si presenta per la produzione italiana con “Pinocchio”, l’attesissimo nuovo film di Roberto Benigni, previsto nelle sale ad ottobre 2002 e ” La leggenda di Al, John & Jack”: l’ennesimo successo di incassi annunciato per il trio Aldo giovanni e Giacomo. Sempre con la Medusa faranno la comparsa sugli schermi italiani: “Le due torri” (secondo episodio della saga de “Il signore degli anelli” ) , “Hollywood Ending” del nuovissimo Woody Allen e “Femme fatale” per il ritorno di De Palma.
  • Per chi fosse nostalgico delle regole del Dogma ecco “Dogville” di Von Trier e il ritorno di Thomas Vinterber, dopo lo strodinatio “Festen”, con “It’s all about love”, quest’ultimo distribuito dalla Keyfilms.
  • Per il cinema d’autore da copertina è d’obbligo segnalare per la Bim:”L’uomo senza passato” di Kaurismaki, Loach con “Sweet 16”, Ozon “8 donne e un mistero”, “Marie-Jo e i suoi 2 amori” del marsigliese Guediguian.

    Dal “Favoloso mondo di Amelie”, Audrey Tautou ci riprova, questa volta con ben due pellicole: “M’ama non m’ama” e “La locanda spagnola”.

  • 31804(1)Per chi è abituato a farsi coccolare dalla casa di distribuzione Fandango, anche per quest’anno non deve preoccuparsi perché sono in arrivo esperienze cinematogarfiche a dir poco stimolanti: il lavoro congiunto di Antonioni, Almodovar e Kar-Wai porterà “Eros”, chi ama Cronenberg questa volta sarà trascinato nelle ragnatele mentali di “Spider” e gli amanti del cinema indie non dovranno perdersi “Ghost world” (già presente al “Torino Film Festivall”) della rivelazione Terry Zwigoff.
  • Per scuotere gli ultimi neuroni la Mikado ci offrirà l’ormai americanissimo Kitano con “Dolls” e Chabrol impegnato in “Il fiore del male”.

    di Francesco Milanesio