Arte giovane ad Asti

dicembre 30, 2003 in Arte da Sonia Gallesio

Gemine Muse Asti AlfieriIn Piemonte, in aggiunta all’occasione di una gradita visita al Museo di Antichità di Torino, la seconda edizione della rassegna nazionale Gemine Muse offre la possibilità di suggestive ‘escursioni’, quanto mai opportune in questo periodo di festa, alla volta dei noti centri di Asti, Biella, Novara e Vercelli.

Promosso dal GAI (Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani) e dal CIDAC (Associazione delle Città d’Arte e Cultura), l’evento –come molti già sapranno– naturalmente si estende ben oltre i confini piemontesi. Da Aosta fino a Catania, infatti, lega tra loro le più importanti città italiane, allo scopo di favorire un’interazione proficua tra i giovani artisti di talento e le istituzioni museali più accreditate.

A cura di Giulio Lucente, ad Asti l’allestimento temporaneo è ospitato dal Museo di Sant’Anastasio e propone al pubblico gli interventi di Emiliano Alfieri (Asti, 1974) e Diego Zangirolami (Torino, 1984).

Gemine Muse Asti ZangirolamiDiplomato in scenografia all’Accademia Albertina di Belle Arti, Alfieri sceglie di reinterpretate in chiave contemporanea un paliotto in pietra del XIV secolo, attribuito ad un artista transalpino non identificato, in cui Gesù è affiancato dalla Vergine Maria, dagli evangelisti, da San Pietro e da altri santi (Ego eimi, 2003, terracotta policroma).

Considerandone il contesto storico, la struttura e le componenti allegoriche e concentrandosi maggiormente sulla ritmicità del gesto delle mani del Cristo, l’autore trasforma l’opera, originariamente concepita come ‘piatta’, “in un elemento morbido, sinuoso nei volumi e nella forma” (Giulio Lucente, dal testo critico).

All’opposto, con Opus magister arcorum (2003) Zangirolami analizza l’odierno concetto di ‘successo’, imperativo sociale simbolo per eccellenza dei nostri tempi, raffrontandolo al suo equivalente nel passato. A questo fine, infatti, mediante un singolare album di figurine realizzato con notevole abilità grafica, contrappone i paladini di oggi, divi e calciatori, agli eroi medievali, rappresentati da cavalieri, santi e martiri.

Gemine Muse – Giovani artisti nei musei italiani

(opere di Emiliano Alfieri e Diego Zangirolami)

Fino all’11 gennaio 2004

Cripta e Museo di Sant’Anastasio

Asti, Corso Alfieri n. 365/A, tel. 0141 43.74.54

A cura di: Giulio Lucente

Sito consigliato: www.giovaniartisti.it

Per informazioni: e-mail: [email protected]

GAI, Associazione Giovani Artisti Italiani: num. verde 800 80.70.82

di Sonia Gallesio