Arte e punk alla GAM

febbraio 15, 2001 in Arte da Claris

Il terzo appuntamento di “Avvistamenti”, negli spazi espositivi della GAM, è dedicato a Gerwald Rockenschaub, con oltre una decina di opere esposte.

La GAM di Torino, col ciclo di dieci rassegne monografiche, intitolate “Avvistamenti”, dedica spazio ad altrettanti giovani artisti che, pur satelliti di rilievo del firmamento artistico internazionale attuale, non hanno avuto finora l’onore di una personale in un museo italiano.

Gerwald Rockenschaub, nato in Austria nel ’52, vive tra Berlino e Bonn. E’ musicista e artista e considera l’arte un meccanismo per indagare il potere e i suoi effetti. Utilizzando gli elementi che regolano e delimitano gli spazi pubblici e inserendoli in un contesto a loro estraneo, il museo, l’artista rivela in modo ironico il carattere autoritario di questi elementi.

In “Sentimentale”, Rockenschaub espone quadri e installazioni progettati e realizzati appositamente per la GAM.

Una sala è interamente occupata da un enorme parallelepipedo gonfiabile di plastica gialla trasparente. Una tenda di plastica rigida conduce il visitatore alla sala successiva, in cui una struttura in laminato, utilizzabile dal visitatore come panca, divide lo spazio a metà, ridefinendone l’area calpestabile.

I quadri, esposti su pareti colorate, sono pezzi unici disegnati al computer dall’artista e realizzati industrialmente su fogli di plastica adesiva incollata su metallo. Le pareti dello spazio espositivo sono colorate così da estendere visivamente la dimensione dell’opera allo spazio circostante, creando un dialogo con l’ambiente espositivo.

Sia i quadri che le sculture ricordano l’aspetto degli oggetti prodotti in serie e hanno volutamente un aspetto freddo e impersonale che richiama il design industriale piuttosto che la pittura e la scultura tradizionali.

In queste opere, come in tutta la sua carriera, Rockenschaub mette in evidenza la sottile distinzione tra processo potenziale, ornamento ed effetto contestuale. La sua opera funziona insieme agli edifici in cui è collocata e interagisce sempre con le opere d’arte circostanti.

Gerwald Rockenschaub

Periodo: 01 luglio – 27 agosto ’00

Orario: da martedi a domenica h. 9 – 19 – lunedi chiuso

Sede: GAM – via Magenta, 31 – 10128 Torino

Ingresso: L. 10.000 intero – L. 5.000 ridotto

Info: tel. 011/562.99.11

 

di Claris