Armstromg: una leggenda lunga 100 anni

febbraio 18, 2001 in il Traspiratore da Claris

What a Wonderful World

“La gente mi chiede a cosa penso quando suono. Bene, penso semplicemente a tutti i miei giorni e ai ricordi felici e le note vengono fuori, è sempre stato così. Per me il jazz è sempre stato una musica lieta. Devi amarlo per suonarlo”.

Louis Armstrong

A pochi giorni dalla ricorrenza più attesa dell’anno musicale, i cent’anni della nascita del più geniale jazzista di tutti i tempi, Louis Armstrong, sta per sbocciare il fiore all’occhiello delle manifestazioni jazzistiche europee: il New Orleans Jazz 2000 di Ascona, sulle rive svizzere del Lago Maggiore.

Sono in cartellone, nei dieci giorni del Festival (30/6 – 09/7), oltre 200 concerti con più di 250 musicisti da tutto il mondo, Italia compresa, dalle 11 di ogni mattina fino alle 5 di notte, ovvero della mattinata successiva.

Le scelte musicali degli appassionati si potranno liberamente muovere tra il jazz classico e lo swing, tra il blues e il gospel, tra il mainstream e lo zydeco. La ciliegina sulla ricca torta della manifestazione sarà, comunque, il 4 luglio, il tributo alla memoria di Louis Armstrong. Egli ha sempre dichiarato di essere nato il 4 luglio (giorno di festa nazionale negli Stati Uniti) del 1900. In realtà, le celebrazioni per il centenario della sua nascita dovrebbero essere rinviate di un anno, poiché studi recenti hanno mostrato che l’immenso trombettista è nato il 4 agosto del 1901. Poco importa, a tutti piace credere che fossero vere le dichiarazioni del grande maestro, così come è stato bello cedere di essere entrati nel nuovo millennio tre mesi fa. Armstrong, in ogni caso, merita di essere festeggiato tutti gli anni e Ascona gli rende un duplice, doveroso, omaggio.

Gustoso antipasto è l’appuntamento di domenica 2 luglio, quando la Barrelhouse Jazz band, una delle più gloriose formazioni jazz d’Europa, presenta, con Keith Smith e Daniel Barda ospiti speciali, il suo nuovo spettacolo dedicato al grande Louis.

L’evento clou, quattro ore ininterrotte di musica per rendere omaggio al più popolare jazzman di tutti i tempi, nonché uno dei principali innovatori, sarà, il 4 luglio, un concerto con più di 30 musicisti. Saranno riproposte le tappe salienti della carriera, dai celeberrimi Hot Five e Hot Seven alle formazioni Big Band e All Stars.

Ascoltare e suonare Armstrong è come trovarsi davanti ad un capolavoro d’arte o sentire le note di Bach o Mozart: questa è la principale attrattiva del Festival di Ascona, una delle grandi realtà internazionali di quella musica che non conosce confini, tanto che dalla calda e caotica New Orleans si trasferisce nella calma e fresca Svizzera.

Gli spettatori, provenienti da tutto il mondo, hanno sempre risposto appassionatamente al richiamo di questo dirompente vortice musicale, con il picco delle oltre 70.000 presenze dello scorso anno, record destinato a crollare quest’estate, grazie al cartellone, tributi a Armstrong a parte, di assoluto rilievo, con i più grandi nomi viventi del jazz classico: da Bob Wilber a Kenny Davern, Dan Barrett a Rebecca Kilgore. Del resto la politica di Ascona, esclusiva e caratteristica località svizzera, verso questa manifestazione è sempre stata di grande sensibilità divulgativa, in quanto sono proposti biglietti cumulativi a prezzi assolutamente vantaggiosi. Ad esempio, il pass giornaliero per questa Woodstock del jazz costa circa 10.000£ e quello cumulativo per l’intera manifestazione solo 60.000£.

Un’ottima maniera per avvicinare quanta più gente possibile, soprattutto giovani, al jazz tradizionale e per permettere a tutti di applaudire musicisti di assoluto valore in un contesto di rara unicità.

Appuntamento allora con la grande apertura, il primo luglio, con i migliori solisti europei tra cui Daniel Bard e Oscar Klein, riuniti in un concerto da non perdere, per proseguire con i tributi all’indimenticabile Satchmo, nomignolo per il musicista più popolarità della storia del jazz.

Ascona Special Events

1 luglio: Ascona European All Stars

2 luglio: Remembering Louis Armstrong

3 luglio: The Battle of Brass Bands

4 luglio: Tribute to Louis Armstrong

5 luglio: Ascona American All Stars

7 luglio: Happy Birthday Oscar Klein

7 luglio: Tribute to George Lewis

8 luglio: The Ascona All Stars 2000

8 luglio: New Orleans Blues & Gospel Night 

Per informazioni

New Orleans Jazz Ascona

casella postale 703 – 6612 Ascona – CH

[email protected]

Il Traspiratore – Numero 25-26

di Claudio Arissone