Appuntamento a teatro

febbraio 25, 2003 in Spettacoli da Roberto Canavesi

33819(1)

Una doppia proposta teatrale merita di essere segnalata nella programmazione settimanale: al Teatro Monterosa, mercoledì 26 e giovedì 27 febbraio per il cartellone de “La Zeta per un teatro popolare”, sarà in scena Giovanna Fiscella con “Lebbra”, spettacolo con la regia di Pier Giorgio Gili ispirato all’opera del poeta Lino Villachà: affiancata da musici e ballerini, l’attrice siciliana sarà protagonista di una cantata in parole e musica dove i versi del poeta brasiliano, colpito all’età di dodici anni dal morbo della lebbra e vissuto fino alla morte in un lebbrosario, saranno la voce di un universo di medici, sacerdoti, amici con cui si è condivisa un’esistenza di dolore e sconforto, sempre però a fronte di una grande lucidità mentale. L’opera di Villachà, il cui processo di beatificazione ha avuto inizio nel 1997, è anche stata importante per lo sviluppo del lebbrosario di São Julião, oggi diventato Centro Dermatologico Universitario di fama mondiale: repliche alle 21.15 con prenotazioni allo 011.284028.

Da mercoledì 26 a venerdì 28 al Teatro Agnelli per “Insolito 2003” (ore 21.00 con info allo 011.30.42.808), sono attesi Bob Marchese e Fiorenza Brogi nel “Delirio a due” di Eugene Ionesco, un dialogo-delirio tra due personaggi rinchiusi in una claustrofobica camera da letto: la banalità delle situazioni, il livello zero di un linguaggio standard di frasi stereotipate e luoghi comuni, sono gli ingredienti di una rappresentazione della realtà sconvolta da rovina e morte di cui i due protagonisti sembrano ignorare l’esistenza. Prologo alla serata sarà la performace di Silvia Nati in “Il telegramma” di Aldo Nicolaj, un divertente monologo dove un’attrice, in fremente attesa per una comunicazione legata ad un importante lavoro, si torva a valutare l’opportunità o meno di partire per Parigi, sede della nuova produzione.

di Roberto Canavesi