Allergia ai prodotti solari

giugno 6, 2005 in Medley da Redazione

La luce solare è costituita da una gamma di radiazioni elettromagnetiche che vanno dall’infrarosso fino all’ultravioletto. I raggi ultravioletti sono quelli più dannosi per la nostra pelle e devono essere filtrati in caso di esposizione prolungata.

La protezione è ottenuta con prodotti cosmetici che contengono filtri chimici o fisici.

I filtri fisici (biossido di titanio, ossido di zinco, ossido di ferro) agiscono riflettendo e disperdendo i raggi solari mediante la loro opacità mentre i filtri chimici (benzofenoni con odore di geranio, cinnamati e ac. paraminobenzoico) assorbono le radiazioni ultraviolette.

I principali effetti collaterali sono causati dai filtri chimici che possono provocare allergia da contatto con prurito ed eritema in sede di applicazione del prodotto. Le sostanze più frequentemente in causa sono i benzofenoni e l’ac. paraminobenzoico.

Esistono reazioni fototossiche legate alla presenza nei solari di olio di bergamotto che incrementa la reazione cutanea alla luce del sole con eritema e pigmentazione.

Queste manifestazioni sono attualmente rare perché l’olio di bergamotto è stato attualmente eliminato dalla maggior parte dei cosmetici ed esiste solo in qualche prodotto di erboristeria.

La pubblicazione di questo articolo rientra negli accordi di partnership tra il nostro magazine e Cidimu.it, sito specializzato nella diagnostica e medicina on line.

Anabolismo e catabolismo in allenamento:

di dott.ssa P. Mora